• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 81 a 90 DI 250

    02/07/2021 11:00:00 Le raccomandazioni della Società Italiana di Pediatria

    Vaccino nei piccoli pazienti con malattie reumatologiche
    Gli esperti della Società Italiana di Pediatria hanno stilato delle raccomandazioni per la somministrazione del vaccino anti-Covid nei pazienti pediatrici con malattie reumatologiche.
    Gli obiettivi della vaccinazione in questa fascia di età sono:

    - garantire la copertura vaccinale ad un’ampia percentuale della popolazione (i soggetti di età compresa fra 0-18 anni sono circa il 16% della popolazione generale);
    - proteggere i soggetti fragili sia con la vaccinazione degli stessi che ... (Continua)

    30/06/2021 17:17:00 Ancora non è chiaro quale sia l’approccio migliore

    Antidepressivi, come e quando interrompere il trattamento
    È ancora oggetto di discussione il metodo migliore per interrompere l’assunzione di farmaci antidepressivi. Una revisione della Cochrane Library ha cercato di capire quale sia l’approccio da seguire.
    «Le linee guida in genere raccomandano di assumere antidepressivi fino a 6-12 mesi dopo il miglioramento, o fino a 2 anni nelle persone a rischio di ricaduta, ma molti assumono antidepressivi per periodi più lunghi, e fino alla metà delle persone in tale situazione non ha una chiara ragione ... (Continua)

    23/06/2021 11:20:00 Danni simili a quelli evidenziati nei pazienti affetti da Alzheimer e Parkinson

    Covid, infiammazione del tessuto cerebrale nei morti
    Covid-19 provoca un’infiammazione al tessuto cerebrale simile a quella prodotta da malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson. Lo rivela uno studio dell’Università di Stanford pubblicato su Nature.
    Gli scienziati americani, in collaborazione con quelli dell’Università di Saarbrucken, in Germania, hanno analizzato il tessuto cerebrale di 8 persone morte per Covid e di altre 14 morte per altre patologie.
    Nelle oltre 65mila cellule cerebrali dei pazienti Covid analizzate sono ... (Continua)

    14/06/2021 17:35:00 L’efficacia di betibeglogene autotemcel

    Beta-talassemia, la terapia genica la cura
    Sono stati presentati nei giorni scorsi i dati di diversi studi sulla terapia genica betibeglogene autotemcel (beti-cel) in pazienti con β-talassemia trasfusione-dipendente (TDT).
    I dati sono stati presentati in occasione dell'edizione virtuale dell’EHA2021, il 26° Congresso annuale della European Hematology Association.
    "I dati clinici che stiamo acquisendo nel tempo continuano a produrre i risultati che avevamo sperato, con pazienti liberi da trasfusioni che mantengono livelli di ... (Continua)

    11/06/2021 09:42:00 Un algoritmo può individuare sintomi depressivi grazie al tono della voce

    La depressione si sente dalla voce
    L’Intelligenza Artificiale e le sue mille applicazioni possibili. I ricercatori della University of Maryland hanno proposto di utilizzare un algoritmo per individuare sintomi depressivi nelle persone, consentendo una diagnosi molto più facile e in grado di avvertire in tempo quando tali disturbi raggiungono livelli potenzialmente pericolosi.
    L’innovazione è stata presentata da Carol Espy-Wilson nel corso del Meeting of the Acoustical Society of America. Il parametro fondamentale di cui si ... (Continua)

    10/06/2021 15:00:00 Incidenza maggiore di ospedalizzazione e malattia grave

    Bambini con diabete e obesità a rischio Covid
    È fondamentale raggiungere anche i bambini con la campagna vaccinale in atto. Lo confermano i dati di uno studio pubblicato su Jama Network Open da un team dei Centers for Disease Control and Prevention relativi a 43.465 giovani pazienti risultati positivi fra il 1 marzo 2020 e il 31 gennaio 2021.
    Il 28% del campione mostrava già problemi di salute; i più frequenti erano asma, obesità, disturbi neurologici e mentali. Nella maggior parte dei casi, i minori avevano un’età compresa fra 12 e 18 ... (Continua)

    08/06/2021 16:15:00 Buoni i risultati su pazienti che non rispondono ad altre terapie

    Artrite psoriasica, efficace guselkumab
    Guselkumab si conferma efficace nel trattamento dell’artrite psoriasica. Ad annunciarlo è Janssen, che ha presentato al Congresso European League Against Rheumatism (EULAR) nuovi dati di efficacia e sicurezza sul farmaco.
    In particolare, sono stati presentati i dati dello studio di fase 3b COSMOS, il primo con inibitore selettivo dell’interleuchina (IL)-23 in pazienti adulti con artrite psoriasica attiva e risposta inadeguata o intolleranza ai farmaci anti-TNF-alfa1 (TNFi-IRa), spesso i ... (Continua)

    25/05/2021 Influenzano il modo in cui le persone vivono un'esperienza positiva
    Anche la felicità ha i suoi geni
    L'analisi del genoma di 300mila persone ha consentito a un gruppo di ricercatori di scoprire i geni della felicità. Lo studio, pubblicato su Nature Genetics, è opera degli scienziati dell'Università di Vrije di Amsterdam coordinati da Meike Bartels e Philipp Koellinger.
    I medici olandesi hanno scoperto 3 varianti genetiche coinvolte nella felicità, due associate ai sintomi della depressione e 11 punti del genoma legati alle nevrosi.
    «I criteri della felicità sono diversi da persona a ... (Continua)
    21/05/2021 10:33:00 Bellezza geneticamente correlata a maggior salute

    Se sei bello ti ammali di meno
    C'è davvero chi nasce con la camicia. Secondo uno studio dell'Università di Cincinnati pubblicato su Evolution and Human Behaviour, infatti, oltre all'aspetto gradevole i belli godrebbero anche di una salute di ferro.
    L'analisi dei ricercatori americani ha coinvolto 15mila uomini e donne fra i 24 e i 35 anni, seguendoli fin da quando ne avevano soltanto 10. Dai risultati è emerso che le persone belle soffrono meno spesso di problemi quali asma, acufene, ipertensione, diabete, colesterolo ... (Continua)

    14/05/2021 Legato a una variante polimorfica del recettore CB1

    Il gene che fa ingrassare
    Buone notizie per chi ha la tendenza a mettere su chili di troppo. E' stato scoperto un gene responsabile della predisposizione ad ingrassare. Uno studio - svolto dal gruppo di ricerca del prof. Maurizio Bifulco della Facoltà di Farmacia dell'Università di Salerno e della dott.ssa Chiara Laezza dell'Istituto di Endocrinologia e Oncologia Sperimentale (IEOS) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Napoli in collaborazione con la Dott.ssa M. Gabriella Caruso dell'IRCCS "Saverio de Bellis" di ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale