• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 181 a 190 DI 250

    25/07/2017 11:33:43 Un approccio alternativo al problema

    La più ignorata (e comune) causa di caduta dei capelli
    Normalmente quando iniziamo a perdere più capelli di quanti ne ricrescano, iniziamo a preoccuparci e a cercare una causa. Purtroppo la ricerca si rivela molto complessa, e le cause probabili possono essere svariate:
    • predisposizione genetica e sensibilità al DHT (diidrotestosterone)
    • carenza di nutrienti/minerali
    • stress/ansia cronica
    • insonnia
    • tiroidite
    • stanchezza surrenale
    • intolleranza alimentare (glutine, latticini...)
    • intossicazione da metalli ... (Continua)

    12/06/2017 I consigli del ricercatore Valter Longo per mantenere il cervello in forma
    10 regole per un cervello al top
    Mantenere giovane il nostro cervello vincendo la scommessa contro l’orologio biologico e prevenendo malattie croniche come le demenze è possibile.
    Ma quali sono i segreti per mantenere il cervello in salute, giovane e performante, anche in età matura?
    Li ha svelati Valter Longo, Direttore dell’Istituto di Longevità della School of Gerontology presso l’University of Southern California di Los Angeles e Direttore del Programma Longevita e Cancro all IFOM Milano, ospite del recente Talk ... (Continua)
    06/06/2017 L’esposizione alla Rete opera cambiamenti fisiologici
    L'utilizzo di Internet modifica il sistema nervoso
    Internet provoca alterazioni del sistema nervoso, con effetti evidenti su frequenza cardiaca, pressione sanguigna e livelli di ansia. A sostenerlo è uno studio apparso su Plos One e firmato da scienziati delle Università di Swansea e di Milano.
    Nel corso della ricerca, a 144 partecipanti dai 18 ai 33 anni sono state misurate frequenza cardiaca e pressione sanguigna prima e dopo una breve sessione di Internet, così come l’ansia percepita e la dipendenza da Internet.
    I risultati hanno ... (Continua)
    10/05/2017 Linea di abbigliamento tecnologica per migliorare la salute

    Gravidanza, arriva la mamma 2.0
    Anche il parto, l’atto più antico e naturale del mondo, può diventare tecnologico. Nel corso della Cosmopharma Exhibition di Bologna, una fiera internazionale dedicata all’innovazione in campo sanitario, è stata presentata una nuova linea di abbigliamento ultratecnologica per le donne in gravidanza e per le neomamme.
    La nuova linea si chiama iMamma MumTechWB, realizzata in collaborazione da OB Science e ComfTech, e ha l’obiettivo di aiutare le donne a controllare il proprio stato di salute ... (Continua)

    03/05/2017 15:50:00 Una possibile spiegazione ai casi di infertilità idiopatica

    Un nesso fra microbioma vaginale e infertilità
    Le infertilità idiopatiche, e cioè inspiegabili, riguardano circa il 10%-15% del totale delle sterilità in Italia. La definizione sterilità idiopatica è controversa e rappresenta una sfida per i ginecologi.
    In pratica gli specialisti, come raccomandato dall’OMS, arrivano a formulare questa diagnosi solo quando la coppia dopo due anni di rapporti non protetti e regolari non ha raggiunto il concepimento, mentre in parallelo né l’anamnesi, né la visita obiettiva, né i successivi esami di ... (Continua)

    07/04/2017 17:00:00 A rischio isolamento i più giovani

    Dipendenza da web, la sindrome di Hikikomori
    Anche il web provoca dipendenza, e a rischiare sono soprattutto i più giovani. Dal Giappone arriva l'ultima catalogazione in questo ambito con la cosiddetta sindrome di Hikikomori, una condizione di estremo isolamento sociale che colpisce gli adolescenti, quasi letteralmente incatenati davanti al computer per tutto il giorno.
    In Italia il problema della dipendenza da web riguarderebbe 240 mila giovani che passano in media almeno tre ore al giorno davanti al pc. Certamente dai risvolti più ... (Continua)

    06/04/2017 17:10:00 Consigli alimentari e farmacologici per ridurre i sintomi

    Come affrontare la dermatite atopica
    Detta anche eczema atopico, si manifesta con pelle secca, arrossamenti, croste, micro-esquamazioni e soprattutto prurito, a volte così intenso da impedire il sonno, interrotto più volte dal continuo grattarsi fino a procurarsi delle vere e proprie ferite, ed è sempre più diffusa soprattutto nei bimbi e nei ragazzi ma anche negli adulti.
    In Italia ne soffrono oltre 1 milione e 800 mila ragazzi, pari al 15 % dei bambini in età pediatrica e degli adolescenti da 1 a 18 anni. “Nel 90% dei casi”, ... (Continua)

    06/04/2017 09:32:00 Quali usa chi ne soffre e quali evitare di pronunciare
    Le parole della depressione
    Anche la depressione ha un suo linguaggio, parole e frasi cui spesso si affidano i malati e altre che chi sta accanto a loro dovrebbe evitare di pronunciare.
    In Italia soffrono di depressione 4,5 milioni di persone. La depressione è sempre più diffusa e le persone ne hanno sempre più coscienza, tanto che in un una recente indagine, viene collocata al secondo posto (27%) dopo i tumori per impatto percepito sulla vita di chi ne soffre (dati Libro Bianco sulla Depressione).
    «La depressione ... (Continua)
    03/04/2017 12:07:52 È l’area tegmentale ventrale, dove viene prodotta la dopamina

    Alzheimer, scoperta l'origine della malattia
    Non è nell’ippocampo, la struttura del sistema nervoso centrale primariamente coinvolta nelle funzioni della memoria, che va cercato il responsabile del morbo di Alzheimer.
    All’origine della malattia ci sarebbe, invece, la morte dell’area del cervello che produce la dopamina, un neurotrasmettitore essenziale per alcuni importanti meccanismi di comunicazione tra i neuroni. È la sorprendente scoperta compiuta da un’équipe di ricercatori coordinati dal professor Marcello D’Amelio, associato di ... (Continua)

    29/03/2017 15:50:00 I primi sintomi possono confondere, ma esiste un biomarcatore

    Depressione e schizofrenia, come distinguerle
    Per distinguere fin da subito l'insorgenza di uno stato depressivo dalla schizofrenia occorre far riferimento a un biomarcatore. Lo affermano i ricercatori della Yale School of Medicine di New Haven guidati da Handan Gunduz-Bruce.
    Nelle primissime fasi delle due malattie, i sintomi possono dar adito a interpretazioni errate da parte dei medici, riducendo le possibilità di una diagnosi corretta. Tuttavia, lo studio pubblicato su Experimental Physiology suggerisce l'adozione di un biomarcatore ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale