• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 141 a 150 DI 250

    16/02/2019 Una utile guida al malessere psichico

    Disturbi dell'umore: un mix di fattori organici e psichici
    I disturbi dell'umore (definiti anche disturbi affettivi) sono alterazioni dell'autostima (cioè della percezione del valore di noi stessi) che vanno dalla mania alla depressione.

    La prevalenza della depressione varia nei diversi studi e nei diversi Paesi, con una maggiore incidenza tra le femmine, rispetto ai maschi. La depressione ha un'incidenza crescente con l'età, anche se negli ultimi anni sono emersi dati su un'incidenza di depressione del 5% nella popolazione adolescente. Sembra ... (Continua)

    06/02/2019 14:32:00 La carenza di alcuni batteri intestinali potrebbe esserne all’origine
    Depressione, scoperta nuova possibile causa
    Essere depressi per colpa dell’intestino. È la curiosa conclusione di uno studio del VIB-KU Leuven Center di Lovanio diretto da Jeroen Raes.
    Secondo gli scienziati belgi, infatti, la mancanza di una particolare categoria di batteri intestinali faciliterebbe l’insorgenza della depressione.
    La ricerca si è basata sull’analisi di due campioni di 1000 soggetti ciascuno.

    Nell’intestino dei pazienti affetti da depressione i ricercatori hanno notato una ... (Continua)
    25/01/2019 14:33:00 Non solo sesso, l’ormone protegge cuore e ossa

    Testosterone basso, 5 sintomi
    È l’ormone maschile per eccellenza, gli uomini ne possiedono un livello 20 volte superiore alle donne. E ne hanno bisogno. A partire dallo stato embrionario, il testosterone è responsabile dello sviluppo dell’apparato genitale maschile.
    Durante la pubertà aumenta, provocando la crescita del pene e dei testicoli, i primi peli, il cambio nel tono della voce, il tono muscolare, la forza e la massa corporea.
    Oltre a connotare la mascolinità, il testosterone svolge nell’organismo numerose ... (Continua)

    21/01/2019 14:50:00 Conseguenze sullo sviluppo del bambino

    Gli effetti dello stress in gravidanza
    Markers biologici di stress e di infiammazione nelle mamme durante il terzo trimestre di gravidanza sono associati ad outcomes alterati nel neonato.
    Lo rivela uno studio italiano e britannico pubblicato su Psychoneuroendocrinology, che ha indagato le conseguenze sul feto dello stress e dell’umore materno in gravidanza.
    Lo studio EDI (Effetti della Depressione sull’Infante), nato in collaborazione tra l’IRCCS Medea e il Research Department of Clinical Educational and Health Psychology ... (Continua)

    19/12/2018 14:20:00 Lavora sulla combinazione di dati clinici e neuroimaging
    Un software diagnostica le malattie psichiatriche
    La depressione è la prima causa mondiale di problemi di salute mentale. I disturbi incipienti di disabilità si manifestano principalmente nella fase di giovinezza e nella “emerging adulthood”, e circa il 75% di questi prima dei 25 anni.
    Episodi di psicosi come schizofrenia e disordini bipolari sono i primi sintomi del rischio di disabilità che si traduce in difficoltà e deterioramento nelle relazioni sociali e occupazionali (social and occupational impairments).
    Uno dei problemi ... (Continua)
    17/12/2018 Come affrontare pranzi e cene senza rinunciare alla linea

    Natale, come limitare i danni a tavola
    Dicembre sa mettere a dura prova anche quanti possono contare su una ferrea disciplina alimentare. Non solo le settimane delle feste, ma tutto il mese è, infatti, costellato di occasioni conviviali capaci di attentare alla linea.
    Tanto che dopo l’Epifania parte la corsa alle diete, tra chi si cimenta in rimedi fai da te e i molti che si rivolgono a uno specialista per ritrovare la forma ideale ma con equilibrio. Lo confermano i dati di MioDottore che a gennaio 2018 ha registrato un aumero ... (Continua)

    10/12/2018 10:19:52 Un’area del cervello conserva le brutte esperienze pregresse

    Odi il Natale? È la sindrome del Grinch
    Non è ancora iniziato il “girone” delle feste e c'è già chi si sta organizzando per snobbare gli inviti e rimanere lontano dalle luci di Natale, proprio come il “Grinch”.
    Ma una spiegazione scientifica viene dal British Medical Journal e il commento di Adriano Formoso, psicologo e psicoterapeuta a Milano, ci aiuta a capire perché succede e come sopravvive fino al 6 gennaio.
    Dottor Formoso, quindi è provato anche scientificamente che ci sono persone che amano e altre che odiano il ... (Continua)

    30/11/2018 10:09:11 Possibili cambiamenti a livello cognitivo per i pazienti

    La stagione fredda ha effetti sull’Alzheimer
    L’autunno è la stagione in cui, via via che si avvicina l’inverno, le giornate diventano più corte, presentano meno ore di luce e il freddo aumenta.
    Questi cambiamenti potrebbero avere delle conseguenze importanti sulle persone affette da malattia di Alzheimer e demenza, provocando dei cambiamenti a livello cognitivo, e influenzarne il comportamento e il benessere psico-fisico.
    La dottoressa Loredana Locusta, neuropsicologa presso Villaggio Amico, la Residenza sanitaria assistenziale ... (Continua)

    22/11/2018 I problemi di comunicazione come sintomo iniziale
    Il linguaggio alterato annuncia l’Alzheimer
    Uno dei primi segnali della possibile insorgenza del morbo di Alzheimer è la difficoltà nel mantenere un linguaggio coerente con la propria storia e cultura.
    Prima della perdita della memoria, infatti, possono passare anche decenni di lento ma costante declino cognitivo che si manifesta con sintomi apparentemente di poco conto.
    Uno di questi segni è l’alterazione del linguaggio. Uno studio realizzato dall’Università di Bologna e dall’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, ... (Continua)
    20/11/2018 15:10:00 Maggior rischio di fibrillazione atriale per i depressi

    La depressione fa male al cuore
    Rischio maggiore di soffrire di fibrillazione atriale per le persone depresse. A rivelarlo è uno studio dell’Università di Aarhus, in Danimarca, dell’Ospedale Silkeborg e del Centro Medico San Giuseppe di Tacoma.
    Gli scienziati, coordinati dal professor Morten Fenger-Grøn, docente di Statistica dell'ateneo danese, hanno verificato i dati di circa 800mila cittadini danesi che hanno assunto antidepressivi fra il 2000 e il 2013, mettendo a confronto i loro dati con quelli della popolazione ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0911
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2023 Okmedicina Riproduzione riservata anche parziale