Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Viola Sinismagli (del 02/03/2011 @ 18:13:12, in Lettera N, visto n. 950 volte)
Intervento chirurgico che si attua qualora si verifichi un ostruzione delle vie urinarie. Serve infatti a mettere in comunicazione diretta la pelvi renale con l'esterno del corpo per eliminare le urine.
 
Di Admin (del 26/03/2013 @ 11:37:42, in Lettera N, visto n. 22693 volte)
E’ una procedura che consiste nella puntura delle cavità renali attraverso la cute della regione lombare, sotto controllo ecografico, per realizzare una comunicazione stabile tra le cavità renali e la superficie corporea per mezzo di un catetere in materiale soffice da connettere ad un raccoglitore. Il catetere nefrostomico può essere raccordato ad una comune sacca di raccolta per le urine oppure dei sacchetti raccoglitori adesivi che vengono posizionati direttamente sulla cute. INDICAZIONI Si ricorre alla nefrostomia percutanea: In caso di ostruzione ureterale acuta o cronica determinante insufficienza renale, allorchè tale ostruzione non sia superabile con manovre endoscopiche per via retrograda; e in particolare quando si sospetti una infezione renale associata all’ostruzione. In caso di ostruzione cronica come manovra preliminare al fine di eseguire una corretta valutazione funzionale del rene. Quale tempo preliminare per l’allestimento del tramite per l’esecuzione di manovre endoscopiche sulle alte vie urinarie per via percutanea (frantumazione e/o rimozione di calcoli, incisione del giunto pielo-ureterale, trattamento di neoplasie pielocaliciali superficiali e di basso grado, ecc); La procedura, che richiede da 15 a 30 minuti, si fa in anestesia locale; se le indicazioni al posizionamento non sono urgenti, ma si tratta di una nefrostomia in elezione, per ridurre al minimo il rischio di sanguinamento, è opportuno sospendere eventuali farmaci anticoagulanti (es. aspirinetta, coumadin etc) e sostituirli con eparine a basso peso molecolare almeno una settimana prima. COMPLICANZE Possono essere legate alla puntura del rene o alla permanenza del catetere nefrostomico. Quelle legate alla puntura renale sono riconducibili a possibili ematomi perirenali (2-3%), perforazione intestinale (1,5%), stravaso di urina attorno al rene (0.5%) Quelle legate alla permanenza del catetere sono: l’ostruzione e la dislocazione del catetere nefrostomico, che richiedono entrambe la sostituzione con una nuova nefrostomia se non è possibile recuperare il tramite. Un’altra complicanza rara è l’allergia all’anestetico locale, o al mezzo di contrasto usato durante la procedura. ATTENZIONI DA PORRE ALLA DIMISSIONE Il paziente ed i suoi familiari sono istruiti al fine di una corretta gestione del catetere nefrostomico ed in particolare per quanto concerne le manovre atte a sostituire le sacche di raccolta adesive. Il paziente è dimesso con una copertura antibiotica. Nella nefrostomia definitiva viene programmata la sostituzione periodica del catetere nefrostomico. COME COMPORTARSI IN CASO DI COMPLICANZE INSORTE DOPO LA DIMISSIONE In caso di febbre il paziente dovrà rivolgersi al proprio medico di fiducia. In caso di febbre resistente e in caso di malfunzionamento del drenaggio nefrostomico è consigliabile far riferimento al centro ove è stata effettuata la procedura. CONTROLLI Nella nefrostomia transitoria il catetere viene rimosso dopo un periodo stabilito caso per caso. Nella nefrostomia definitiva va programmata la sostituzione periodica del catetere nefrostomico e la cadenza dei controlli della funzionalità renale oltre che della malattia di base che ha reso necessaria la nefrostomia.
 
Di Viola Sinismagli (del 02/03/2011 @ 18:13:54, in Lettera N, visto n. 1351 volte)
Comportamento caratterizzato da un sistematico rifiuto ad eseguire azioni suggerite da altri (negativismo passivo) o a comportarsi in maniera opposta rispetto a quella consigliata da altri (negativismo attivo). Si osserva in molte malattie psicotiche, come la schizofrenia. È anche caratteristico dei bambini tra i 2 e i 3 anni di età ed è accentuato in quei bambini con problemi caratteriali.
 
Di Viola Sinismagli (del 02/03/2011 @ 18:16:15, in Lettera N, visto n. 912 volte)
Disturbo percettivo corrispondente all’incapacità di prestare attenzione a ciò che accade in una porzione specifica del campo visivo, di solito l’emicampo controlaterale a una lesione cerebrale. L’eminegligenza spaziale (così viene chiamato il disturbo in italiano) è una delle patologie più frequentemente riscontrate dopo un danno cerebrale. Le caratteristiche principali di tale sindrome sono la mancata risposta agli stimoli presentati controlateralmente alla lesione e una significativa diminuzione dell'interesse verso lo spazio controlaterale alla lesione e quindi dei movimenti diretti verso esso. Nella maggior parte dei casi questo deficit si ha in seguito a lesione del lobulo inferiore del lobo parietale destro, e in seguito a questa il paziente trascura (neglige) lo spazio sinistro. Il neglect è quindi un insieme di deficit che non riguardano i livelli bassi dell’elaborazione dell’informazione, questa infatti dalla retina arriva fino alla corteccia e ai livelli superiori, dove viene trattata, ma non poi raggiungere il livello della coscienza.
 
Di riccardo (del 03/12/2013 @ 15:59:56, in Lettera N, visto n. 1565 volte)
Disturbo dell’attenzione selettiva spaziale Lesioni al lobo parietale (solitamente) destro. La caratteristica più ovvia di questi pazienti è che essi tendono ad ignorare gli stimoli nel loro campo visivo sinistro. Nei casi più gravi i pazienti trascurano completamente l’informazione proveniente da sinistra. Ad esempio:il pz. non si rade a sinistra non mangia il cibo a sinistra del piatto non si veste all’arto di sinistra (anosognnosia per l’arto emiplegico) Il deficit è di tipo attentivo e non sensoriale, apparentemente i pazienti sono in grado di vedere gli stimoli nel campo visivo sinistro, ma tendono a non notarli. I deficit più comuni riguardano: • difficoltà nell’attraversare la strada, nei trasferimenti dalla carrozzina, nel maneggiare il denaro, nel telefonare, nel guardare la TV, nel mangiare il cibo; • difficoltà a leggere l’ora sull’orologio; • incapacità di vestirsi, radersi, truccarsi la metà sinistra del corpo; • omissione del cibo nel lato sinistro del piatto; • omissione della parte sinistra delle parole o delle frasi quando si legge un giornale o si copia un testo scritto; • spostamento sull’estrema destra della pagina di testi scritti o disegni; • maggior rischio di incidenti nel camminare/spostarsi con la carrozzina per collisioni con le porte o altre persone; • incapacità di accorgersi di familiari o amici situati alla propria sinistra; • difficoltà nell’orientarsi nell’ambiente (ospedale,ecc.); • frequenti lamentele di aver perso oggetti personali localizzati sulla sinistra;
 
Di Viola Sinismagli (del 02/03/2011 @ 13:35:53, in Lettera N, visto n. 887 volte)
Batterio Gram-negativo, asporigeno, aerobio, immobile, agente eziopatologico della gonorrea e di altre malattie infettive.
 
Di Viola Sinismagli (del 02/03/2011 @ 13:35:17, in Lettera N, visto n. 961 volte)
Batterio Gram-negativo, asporigeno, aerobio, immobile. Si trova normalmente nell'orofaringe umano, è l'agente eziopatologico di diverse malattie tra cui meningiti e batteriemie.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (347)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (314)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< gennaio 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate