Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di medicina (del 05/08/2007 @ 16:56:48, in Lettera G, visto n. 1242 volte)
Parola inglese che indica un omosessuale che ha preso piena coscienza di sé, che è "venuto allo scoperto" (coming-out). Il termine cominciò ad essere usato nella cultura omosessuale angloamericana dei primi del Novecento mentre in Italia apparve sulla carta stampata agli inizi degli anni Settanta. Per alcuni è da mettere in relazione alla vecchia parola inglese gay nel senso di gaudente. Altri fanno risalire l'etimologia al provenzale gai, riferibile alle corti d'amore dei trovatori in Francia, ambiente nel quale l'omosessualità sembra fosse assai diffusa. Per la comunità gay, la nascita del movimento di liberazione ha una data precisa, il 28 Giugno 1969, quando l'intervento della polizia in un locale omosessuale di Stonewall, nel Greenwich Village di New York, provocò la prima vasta presa di coscienza collettiva e la nascita di una combattiva militanza. Dopo i disordini di Stonewall, varie frange omosessuali diedero vita al celebre Gay Liberation Front (GLF) che in una prospettiva rivoluzionaria potesse assicurare una vera liberazione. Il gruppo era composto da uomini e donne intenzionati a creare nuovi rapporti tra le persone basati sulla fratellanza, sulla cooperazione, sull'amore umano e sulla disinibizione sessuale. Il principale obiettivo di GLF, e di altri gruppi sorti in diverse parti del mondo, era l'approvazione di leggi sui diritti civili contro la discriminazione sessuale e l'abolizione di tutte le leggi penali che proibivano determinati atti sessuali tra adulti consenzienti, anche se compiuti in privato. Il 28 Giugno 1970, nell'anniversario di Stonewall, si tenne a San Francisco il primo Gay Pride, una grande manifestazione per rivendicare l'orgoglio omosessuale. In Italia negli anni Settanta le tematiche legate alla liberazione omosessuale iniziarono a svilupparsi con una certa ampiezza anche perché inserite nella più generale battaglia sulla libertà sessuale. In questo contesto la militanza gay divenne meno appariscente e nel complesso la società italiana mostrò una maggiore apertura riguardo alla questione omosessuale, pur permanendo forti discriminazioni nei confronti dei "diversi." A partire dagli anni Ottanta però, in molti paesi occidentali e soprattutto negli Stati Uniti, la comunità omosessuale é tornata a confrontarsi con nuove opposizioni e pregiudizi, dovuti al ritorno del puritanesimo sessuale e al dilagare dell'Aids.
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 12:11:53, in Lettera G, visto n. 2904 volte)
Per Sindrome di Gelineau si intende un disordine neurologico che associa la narcolessia alla cataplessia. La narcolessia si caratterizza per un'incontrollabile e improvvisa sonnolenza diurna. Si tratta di una malattia cronica che si manifesta per la prima volta durante l'adolescenza. La sonnolenza diurna produce una serie di episodi di sonno che durano circa 10-20 minuti, passati i quali il soggetto ha la sensazione di essere molto riposato. La cataplessia è l'altro sintomo della Sindrome di Gelineau e la sua caratteristica principale è l'improvvisa perdita di tono muscolare dovuta a una forte emozione, da uno sforzo fisico intenso o dall'attività sessuale. Durante la crisi, il soggetto non perde conoscenza e in seguito ricorda l'evento. Le crisi durano da qualche secondo a diversi minuti, con il ritorno spontaneo a una situazione di normalità.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 23/12/2010 @ 13:00:07, in Lettera G, visto n. 1005 volte)
È una lesione eritematosa localizzata di carattere ricorrente, causata dal freddo, specialmente umido, in soggetti che presentano una predisposizione (turbe circolatorie, disturbi endocrini, iponutrizione, avitaminosi); maggiormente colpite sono le dita delle mani e dei piedi, oltre a naso e alle orecchie. Si presenta come una macchia di colorito rosso-violaceo, con cute fredda al tatto e lucente. Il gelone può dare un forte prurito, soprattutto dopo il riscaldamento della zona interessata. Nei casi gravi possono comparire lesioni e ulcere con formazione di croste. Di solito il gelone si ripresenta ciclicametne in modo stagionale. La terapia consiste nell'applicazione locale di pomate contenente cortisone, assunzione di farmaci vasodilatatori. Se la condizione diventa troppo frequente e non sempre collegata all’esposizione al freddo bisogna metterla in diagnosi differenziale con la Sindrome di Raynauld.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 23/12/2010 @ 13:15:46, in Lettera G, visto n. 815 volte)
È l'unità biologica depositaria di un carattere ereditario e della sua trasmissione da una generazione a quella successiva. Il materiale genetico è formato dal DNA (acido desossiribonucleico). La maggior parte dei geni codifica per proteine, ovvero le macromolecole maggiormente coinvolte nei processi biochimici e metabolici della cellula; i geni quindi presiedono allo sviluppo, alla vita e al comportamento di ogni essere vivente.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 23/12/2010 @ 13:21:19, in Lettera G, visto n. 794 volte)
È una branchia della biologia che studia la natura e le proprietà e dei meccanismi di trasmissione dei caratteri ereditari, di generazione in generazione, e la variabilità genetica degli organismi.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 23/12/2010 @ 13:25:26, in Lettera G, visto n. 1046 volte)
È l'escissione chirurgica della gengiva a livello dell'attacco per la creazione di una nuova gengiva marginale che consiste nell’asportazione della parete molle della tasca gengivale per ottenere la guarigione del processo infiammatorio e un nuovo attacco epiteliale sul dente. Può essere completata con la gengivoplastica. Si esegue in caso di parodontopatia.
 
Di dr.psico (del 08/09/2007 @ 12:14:20, in Lettera G, visto n. 1142 volte)
Per gengivite si intende l'infiammazione dei tessuti gengivali, caratterizzata da gonfiore, arrossamento, calore e sanguinamento conseguenti all'accumulo di placca. La malattia è reversibile dopo rimozione delle cause responsabili. Tutte le specie batteriche che compongono la placca, depositandosi sulle superfici dure del dente, possono causare la patologia. Anche alcuni ormoni possono favorire e soprattutto esacerbare la gengivite: prove scientifiche hanno dimostrato l'importanza dei livelli dei cosiddetti ormoni sessuali: androgeni, estrogeni, progesterone. L'accumulo di placca lungo il margine gengivale scatena una reazione infiammatoria dei tessuti molli. I batteri responsabili sono perlopiù streptococchi e actinomiceti. Il tartaro non sembra svolgere un'azione diretta contro la gengiva, ma favorendo l'adesione e l'accumulo batterico generalmente aggravia il quadro clinico. Il deposito di batteri sulle superfici dentali è da solo responsabile dell'infiammazione. I primi segni clinici si riscontrano dopo circa 7 giorni. Il gonfiore aumenta gradualmente, fino a quando non viene rimosso lo stimolo. Superato un tempo limite, variabile in funzione del sistema immunitario dell'individuo e dell'aggressività delle specie batteriche coinvolte, la gengivite reversibile sfocia in parodontite irreversibile, in quanto l'infiammazione non è più contenuta nella gengiva bensì coinvolge tutti i tessuti parodontali. I sintomi consistono in gonfiore, rossore, calore e facilità al sanguinamento. Il dolore è generalmente assente. La terapia e la prevenzione della gengivite si praticano con un'impeccabile igiene orale. Lo spazzolamento corretto dei denti, due-tre volte al giorno, e l'utilizzo del filo interdentale per rimuovere la placca dalla zona gengivale è sufficiente ad evitare la gengivite e permettere la guarigione. La prescrizione di antibiotici (penicillina o metronidazolo) è indicata solo nei casi più gravi (gengivite ulcerativa necrotizzante o gengivite di vecchia data).
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (346)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< aprile 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate