Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 22/12/2010 @ 17:21:45, in Lettera G, visto n. 3348 volte)
Sono proteine globulari, contenute nel sangue. Si trovano nella frazione gamma, la più evidente, di un tracciato elettroforetico. Le gammaglobuline comprendono la quasi totalità degli anticorpi circolanti nel plasma, che assicurano la risposta immunitaria contro gli agenti patogeni. I valori normali sono compresi tra 0,77 e 1,64 grammi per decilitro di sangue. La diminuzione delle gamma globuline rispetto ai valori normali può essere dovuto a: malnutrizione, alterazione della funzionalità dei reni, ustioni, cure a base di farmaci immunosoppressori (impiegati nella cura delle malattie autoimmuni). L’aumento delle gamma globuline può invece essere in relazione con moltissime malattie, tra cui: epatite cronica, cirrosi epatica, infezioni batteriche sia acute sia croniche, malattie causate da parassiti (per esempio il "verme solitario"), malattie autoimmuni e tumori.
 
Di riccardo (del 29/10/2013 @ 14:03:35, in Lettera G, visto n. 608 volte)
Struttura nervosa appartenente al sistema nervoso periferico involontario, con l'aspetto di un piccolo rigonfiamento rotondo o fusiforme posto lungo il decorso dei nervi (nell'uomo e nei mammiferi). Si distinguono i gangli del sistema neurovegetativo o viscerali e quelli sensitivi o encefalospinali. I primi fungono da stazione intermedia nella trasmissione degli impulsi e contengono neuroni che trasmettono gli impulsi ad altri elementi nervosi. I gangli sensitivi, invece, si trovano lungo il decorso delle radici dorsali nei nervi spinali e lungo il primo tratto dei nervi cranici; in essi non avviene la ripetizione ma soltanto il transito degli impulsi nervosi. I gangli sensitivi sono associati al V, VII, IX e X nervo cranico ed ai nervi sensitivi che giungono al midollo spinale. I gangli autonomi, invece, mediano gli impulsi del sistema nervoso simpatico inducendo vari effetti, come la contrazione della muscolatura liscia, effetti sulla contrattilità cardiaca e la secrezione di alcune ghiandole.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 03/01/2011 @ 16:34:31, in Lettera G, visto n. 1481 volte)
Corpuscolo a sacciforme contenente liquido, posto nelle guaine tendinee.
 
Di riccardo (del 21/04/2015 @ 12:18:02, in Lettera G, visto n. 770 volte)
Cellula che costituisce i gangli nervosi, che sono una struttura nervosa con l'aspetto di un piccolo rigonfiamento rotondo
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 22/12/2010 @ 18:00:24, in Lettera G, visto n. 981 volte)
Detta anche cancrena, è la necrosi più meno estesa di tessuti o di organi determinata da cause varie, che possono agire direttamente (come traumi, ustioni, congelamento, causticazioni e infezione putrida), oppure indirettamente per ischemia da parziale o totale occlusione di arterie (arteriosclerosi, trombosi, arteriti tossiche o flogistiche). La parte colpita appare secca, raggrinzita e di colore nero o verdastro, come se fosse mummificata. Il colore scuro è dovuto alla liberazione di emoglobina dovuta all'emolisi dei globuli rossi, effettuata dall'acido solfidrico che producono i batteri. Il risultato è la formazione di solfuro di ferro, che rimane nei tessuti. La gangrena può colpire qualsiasi organo o tessuto, ma le sedi pifrequenti sono gli arti, specialmente quelli inferiori, il naso, i padiglioni auricolari, i polmoni, l'ppendice, l'intestino (da ernia strozzata). La terapia della gangrena, secondo le cause che la provocano, deve essere medica (locale e generale con chemioterapici e antibiotici) o chirurgica.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 23/12/2010 @ 12:18:48, in Lettera G, visto n. 2254 volte)
La sindrome di Ganser è una patologia complessa e difficile da diagnosticare. Attualmente, il DSM-IV considera la sindrome come un “Disturbo Dissociativo non altrimenti specificato”, in pratica è una manifestazione neuropsichiatrica in cui il soggetto manifesta reazioni trasognate, e non riesce a rispondere a semplici domande ma fornisce risposte “di traverso”, come se avesse dimenticato nozioni fondamentali. Fu descritta da Ganser che osservò alcuni detenuti ospedalizzati in strutture psichiatriche, è infatti una condizione che si riscontra di frequente in carcerati e soggetti traumatizzati. La sindrome di Ganser viene anche intesa come una reazione isterica basata su una motivazione inconscia del soggetto ad evitare la responsabilità, sforzandosi di sembrare infermo di mente. La sintomatologia è comunque caratterizzata dal puerilismo che si nota dall’aspetto recitativo che tali soggetti assumono.
 
Di riccardo (del 16/04/2015 @ 10:47:28, in Lettera G, visto n. 572 volte)
Poliposi retto-colica di carattere familiare in genere associata ad osteomi, cisti epidermiche e talora fibrosi retroperitoneale. Il pericolo di degenerazione maligna è molto elevato in tutti questi casi.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (505)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (346)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< febbraio 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
             
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate