Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 29/12/2010 @ 15:52:41, in Lettera G, visto n. 856 volte)
Componente lipoproteica di molti cereali (eccetto mais e riso), formata dall'unione di glutenina e gliadina: quest'ultima responsabile del morbo celiaco, malattia che colpisce l'intestino tenue di individui geneticamente predisposti, curabile con la completa abolizione dalla dieta dei cereali e i cibi che contengono gliadina.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 29/12/2010 @ 15:58:58, in Lettera G, visto n. 998 volte)
Scienza il cui oggetto è lo studio dell'apparato masticatorio. E' una branca dell'Odontoiatria.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 29/12/2010 @ 16:05:32, in Lettera G, visto n. 871 volte)
Acronimo di Gonadotropin-Releasing Hormone, ovvero liberante gonadotropine. Controlla la secrezione ipofisaria delle due gonadotropine, FSH, l'ormone follicolo stimolante, e LH , l'ormone luteinizzante. La secrezione di GnRH rimane regolata su valori bassi fino alla pubertà. Poi diviene responsabile della periodicità del ciclo mestruale.
 
Di Viola Sinismagli (del 23/03/2011 @ 16:33:18, in Lettera G, visto n. 946 volte)
Farmaco preferito per il trattamento di una determinata patologia. Di solito è quello con miglior profilo di efficacia e sicurezza in rapporto ad altri farmaci.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 29/12/2010 @ 16:14:05, in Lettera G, visto n. 898 volte)
Organulo della cellula, che prende il nome dal suo scopritore, Camillo Golgi. È costituito da un complesso di cisterne membranose appiattite impilate una sull'altra. Interviene nella fase finale del processo di sintesi e secrezione delle proteine, ha un ruolo fondamentale nella sintesi dei polisaccaridi complessi, nella produzione dei lisosomi e nei processi di assorbimento dei lipidi.
 
Di riccardo (del 19/11/2013 @ 10:47:13, in Lettera G, visto n. 673 volte)
Malattia caratterizzata da perdita graduale della vista o cecità notturna e da segni oculari che comprendono la liquefazione del corpo vitreo, la retinoschisi maculare e l’atrofia e la pigmentazione periferica dell’epitelio pigmentato della retina. L’elettroretinogramma è estinto o marcatamente anomalo. Origini e diffusione E’ una malattia rara a prevalenza non nota. Maschi e femmine sono affetti in eguale misura.I pazienti giungono all’osservazione clinica nel corso delle prime duedecadi di vita per una cecità notturna associata a retinopatia pigmentaria insidiosa spesso bilaterale. Possono evidenziarsi retinoschisi periferica e ampie zone di degenerazione tipo lattice che provocano lacune retiniche. Segni oculari associati possono essere la liquefazione del corpovitreo e la presenza di membrane epiretiniche. I pazienti possono sviluppare precocemente cataratta e distacco di retina. I vasi periferici retinici appaiono opachi o sclerotici. L’elettroretinogramma è estinto o marcatamente alterato già nei primi anni di vita. L’acuità visiva rimane relativamente stabile nelle prime due decadi, ma più tardivamente mostra un peggioramento significativo. E’ una malattia genetica a trasmissione autosomica recessiva. Il gene responsabile non è noto.Criteri diagnosticiLa diagnosi rimane clinica e strumentale. Non esiste al momento un test genetico di conferma diagnostica. Diagnosi differenziale E’ necessario differenziare dalle altre forme di distrofia retinica:amaurosi congenita di Leber; distrofia vitelliforme di Best; distrofia vitreoretinica; retinite pigmentosa; retinite puntata albescens;malattia di stargardt. Terapia Non esiste al momento alcun trattamento causale della malattia. E’possibile effettuare un trattamento profilattico delle rotture retiniche asintomatiche per prevenire il distacco di retina,come nel suo caso. E' una malattia genetica a trasmissione autosomica recessiva ,come lei diceva,ma non possono essere effettuati studi genetici specifici perchè non è conosciuto il gene responsabile!!!!
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 03/01/2011 @ 16:52:05, in Lettera G, visto n. 747 volte)
Sinonimo di epicondilite.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (346)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (313)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< aprile 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate