Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 28/12/2010 @ 13:10:57, in Lettera G, visto n. 1518 volte)
Il nervo glosso-faringeo è il IX dei nervi cranici. È un nervo misto, ossia ha sia una parte di innervazione motoria che sensitiva. Innerva una parte della lingua (glosso), e una parte della faringe e del palato. Il nervo glossofaringeo fuoriesce dalla Medulla oblungata tra il VII e il X nervo craniale. Scorre in basso verso il forame giugulare dopo aver attraversato la cavità craniale insieme al nervo vago e al nervo accessorio XI. Ha un'importanza fondamentale per la deglutizione, soprattutto nel collegamento tra naso e bocca. La chiusura evita che il cibo venga spinto nella parte nasale durante la deglutizione. Ha anche un ruolo importante nella formulazione della parola. Con le fibre parasimpatiche innerva la ghiandola parotide la quale produce la saliva. Con fasce nervose sensitive innerva il terzo posteriore della lingua che permette la capacità gustativa dell’amaro tramite le papille vallate. Le fasce di sensibilità viscerale del seno e del glomo carotico giocano un ruolo cruciale nella regolazione della circolazione e della respirazione.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 28/12/2010 @ 16:25:40, in Lettera G, visto n. 873 volte)
Paralisi della lingua, in genere associata a quella di altri muscoli, quali quelli adibiti alla masticazione e alla deglutizione. Comporta l'impossibilità di parlare e di alimentarsi. Può essere causata da una lesione al sistema nervoso centrale, a livello del bulbo, o di quello periferico, a carico del XII nervo cranico, l'ipoglosso.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 28/12/2010 @ 16:29:58, in Lettera G, visto n. 1066 volte)
Spostamento della lingua indietro e verso il basso, con conseguente restringimento del lume faringeo e difficoltà nella respirazione. In genere ci si riferisce con questo termine ad una situazione tipica dei lattanti, che hanno un conformazione anormale del mascellare inferiore e quindi un'attitudine difettosa durante la poppata.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 29/12/2010 @ 15:43:04, in Lettera G, visto n. 1078 volte)
Segmento intermedio della laringe in cui sono contenute le corde vocali. La glottide isola le vie aeree dall'apparato digerente. Si presenta come una fenditura delimitata dalle corde vocali vere e dalle cartilagini aritenoidi. Forma e dimensione della glottide variano durante la respirazione, la deglutizione e l'emissione di suoni.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 28/12/2010 @ 16:39:54, in Lettera G, visto n. 994 volte)
Ormone di natura proteica, prodotto dalle cellule alfa delle isole di Langerhans del pancreas. Viene secreto in risposta ad un calo della glicemia (quantità di glucosio presente nel sangue), in tale situazione il glucagone attiva vie metaboliche che fanno aumentare la concentrazione di glucosio in circolo quali la glicogenolisi, che libera glucosio dalle riserve epatiche e la gliconeogenesi, ovvero la sintesi di glucosio da parte del fegato. Altre situazioni che attivano la secrezione di glucagone sono l'affaticamento, il digiuno e la carenza insulinica. Il glucagone favorisce la sintesi di catecolammine da parte del surrene e aumenta la forza di contrazione del cuore. L'ormone interviene anche nel metabolismo lipidico, stimolando la mobilitazione degli acidi grassi dal tessuto adiposo. In terapia, il glucagone viene somministrato negli stati di ipoglicemia.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 28/12/2010 @ 16:46:42, in Lettera G, visto n. 987 volte)
Raro tumore del pancreas caratterizzato dall'elevata secrezione di glucagone. Se il tumore è maligno tende a infiltrare la capsula, quindi i linfonodi e il fegato. Di difficile diagnosi perchè spesso asintomatico. I segni clinici comprendono una dermatite (eritema necrolitico migratorio) e diabete mellito, ma possono verificarsi anche perdita di peso, episodi tromboembolici e disturbi neuropsichici. La diagnosi si effettua verificando il livello di glucagone nel sangue e con esami strumentali quali la tomografia computerizzata, l'ecografia endoscopica e la RMN. La terapia di elezione è la resezione chirurgica, in seconda linea la chemioterapia e l'ormonoterapia.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 28/12/2010 @ 16:48:37, in Lettera G, visto n. 834 volte)
Sinonimo di carboidrati
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (255)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (187)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (347)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (314)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< dicembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate