Immagine
 Informazione medica libera per una salute senza condizionamenti... di Admin
Vogliamo creare uno strumento aperto a tutti che consenta a ognuno di noi, di qualunque estrazione sociale e grado d'istruzione, di qualunque tendenza politica e religiosa, di accedervi liberamente esprimendo le proprie considerazioni.

Di seguito i lemmi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 24/02/2011 @ 16:09:15, in Lettera D, visto n. 1002 volte)
Assunzione da parte di chi pratica attività sportiva di sostanze atte ad aumentare le prestazioni dell'atleta. Alcune di queste sostanze interferiscono con il metabolismo; altri sono farmaci alcalinizzanti, che impediscono l'iperacidificazione dei tessuti per accumulo di acido lattico permettendo sforzi di lunga durata, ma possono portare ad un grave stato di alcalosi. Altri farmaci mirano a ridurre il peso corporeo in poco tempo, sono questi diuretici e lassativi. Molto pericolosi sono poi le sostanze ormonali anabolizzanti, in particolare androgeni, che provocano squilibri fisiologici soprattutto a livello sessuale e vengono assunti per favorire lo sviluppo muscolare. Sono impiegati psicostimolanti, come anfetamine. Le analisi per accertare l'uso di sostanze “dopanti” vengono chiamate appunti antidoping e si effettuano sull'atleta da un minimo di ventiquattro ore a un massimo di tre giorni dalla prestazione sportiva.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 24/02/2011 @ 16:28:35, in Lettera D, visto n. 1014 volte)
Metodo di indagine diagnostica per misurare la velocità del flusso del sangue arterioso o venoso mediante l'impiego di ultrasonografia a effetto Doppler. L'esame viene impiegato nella diagnosi di angiopatie funzionali od ostruttive, e anche dopo interventi di chirurgia vascolare come controllo.
 
Di Dr.ssa Maglioni (del 24/02/2011 @ 16:16:41, in Lettera D, visto n. 1516 volte)
O dml, è la quantità minima di una sostanza che provochi la morte in un determinato lasso di tempo. In farmacologia indica la misura della tossicità di un farmaco.
 
Di Viola Sinismagli (del 24/02/2011 @ 16:32:18, in Lettera D, visto n. 1046 volte)
Condotto linfatico che origina a livello lombare e sale lungo il tronco, parallelamente alla colonna vertebrale fino alla base del collo dove scarica il suo contenuto alla confluenza delle vene succlavia e giugulare interna di sinistra.
 
Di riccardo (del 01/04/2014 @ 16:53:06, in Lettera D, visto n. 1515 volte)
Dotto linfatico che raccoglie la linfa reflua dall addome e dagli arti inferiori nonche dalla parte superiore sinistra del corpo. È situato nella parte superiore dell'addome, dietro il peritoneo. Ha origine dalla confluenza dei tronchi lombare destro, lombare sinistro e intestinale, che si uniscono in una dilatazione chiamata cisterna di Pequet all'altezza delle prime vertebre lombari. Si estende verticalmente per 38-45 cm risalendo lungo la linea mediana anteriormente ai corpi vertebrali e posteriormente alla aorta. Penetra nel torace attraverso l'orifizio aortico del diaframma, decorre nel mediastino posteriore e a livello di T4 si fa obliquo verso sinistra e verso l'alto, passa posteriormente alla carotide comune sinistra ed alla vena giugulare sinistra, per poi sfociare nella giunzione tra la vena succlavia sinistra e la vena giugulare sinistra, alla base del collo. Nell'adulto, il dotto toracico trasporta dai 2 ai 4 litri di linfa al giorno. Quando questo risulta bloccato o danneggiato, può accumularsi rapidamente una grande quantità di linfa nella cavità pleurica, condizione chiamata chilotorace. I primi segni di un problema al dotto toracico sono rappresentati da un allargamento del linfonodo di Virchow, un nodo linfatico posto nella regione sopraclavicolare sinistra, vicino a dove questo si riversa nella vena succlavia.
 
Di dr.psico (del 06/09/2007 @ 16:51:36, in Lettera D, visto n. 1614 volte)
Punto della cavità peritoneale in cui si inflette il peritoneo tra la vescica e il retto nel maschio, tra la vagina e il retto nella femmina. Viene esaminato con l’esplorazione rettale o vaginale.
 
Di Viola Sinismagli (del 24/02/2011 @ 16:37:48, in Lettera D, visto n. 1036 volte)
Antibiotico semisintetico ad ampio spettro appartenente al gruppo delle tetracicline. Efficace nelle infezioni da batteri Gram-positivi e particolarmente sui batteri intracellulari (Clamidia, micoplasmi, rickettsie, brucelle, ecc). Usato nella terapia delle infezioni delle vie respiratorie e delle malattie sessualmente trasmesse ed anche nella profilassi della malaria e della leptospirosi.
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37
Cerca per parola chiave
 



Titolo
Lettera A (360)
Lettera B (241)
Lettera C (506)
Lettera D (256)
Lettera E (440)
Lettera F (170)
Lettera G (180)
Lettera H (56)
Lettera I (188)
Lettera J (5)
Lettera K (30)
Lettera L (399)
Lettera M (1056)
Lettera N (283)
Lettera O (348)
Lettera P (347)
Lettera Q (51)
Lettera R (339)
Lettera S (246)
Lettera T (314)
Lettera U (92)
Lettera V (43)
Lettera W (28)
Lettera X (15)
Lettera Y (2)
Lettera Z (28)

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
x monica se hai face...
07/03/2011 @ 14:51:33
Di filocell
X FILOCELL se clicci...
07/03/2011 @ 14:42:31
Di monica
x monica il messaggi...
07/03/2011 @ 13:25:51
Di filocell


< dicembre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Titolo
Enciclopedia (1)

Le fotografie più cliccate