Ebefrenýa
Di riccardo (del 24/02/2014 @ 13:59:55, in Lettera E, visto n. 1172 volte)
Detta anche psicosi della giovinezza, è una forma di schizofrenia, che si manifesta in età giovanile. L'esordio è generalmente lento con svogliatezza, irritabilità, comportamenti bizzarri, talvolta aspetti nevrotici. In modo più raro, insorge con sintomi come crisi di ansia, fughe o con gaiezza immotivata. Entro qualche anno il quadro clinico diventa completo: distacco dall'ambiente, assenza di relazioni interpersonali valide, discordanza affettiva, incoerenza, stati di eccitamento talora violenti, fatuità del comportamento attraverso manierismi, sorrisi immotivati, bizzarrie, allucinazioni specialmente uditive, deliri frammentari. L'ebefrenìa evolve spesso in modo rapido verso un deterioramento mentale associato a disintegrazione della personalità. Trattamenti adeguati e condizioni ambientali favorevoli sono in grado di dare qualche risultato, ma rappresenta, comunque, una forma grave ad andamento progressivo con scarsa risposta alle cure.