Scrofuloderma
Di riccardo (del 17/02/2014 @ 18:28:00, in Lettera S, visto n. 780 volte)
Dermatite tubercolare (detta anche tubercolosi cutanea gommosa o colliquativa) che si manifesta con formazioni nodulari. Si presenta come una tumefazione dal decorso lento, di colorito rosso violaceo, poco dolente, che nel tempo si rammollisce e dà esito a secrezione puruloide e a ulcerazioni profonde, irregolari, che portano a cicatrici spesso deformi. Lo scrofuloderma insorge tramite autoinoculazione in soggetti affetti da tubercolosi polmonare o viscerale aperte, o con focolai tubercolari linfoghiandolari, articolari, ossei ecc., o per infezione dall'ambiente, accidentale e professionale. Le forme cliniche sono diverse e si differenziano per il tipo di lesione elementare (scrofuloderma verrucoso, scrofuloderma gommoso, scrofuloderma ulceroso.