Saliva
Di riccardo (del 29/01/2014 @ 16:15:50, in Lettera S, visto n. 690 volte)
Prodotto di secrezione delle ghiandole salivari. Si tratta di un liquido inodore, incolore, torbido e filante, che contiene sostanze inorganiche e sostanze organiche (ptialina, mucina, albumina, globuline). La saliva svolge varie importanti funzioni: facilita la masticazione, la formazione del bolo e la deglutizione, mentre la mucina fa da lubrificante garantendo al cibo un facile passaggio lungo il canale esofageo; inoltre, poiché mantiene costantemente umido il cavo orale, la saliva ha un compito fondamentale nella fonazione; protegge i denti, con probabilità per un'azione meccanico-detergente; quale solvente degli alimenti solidi e secchi, provoca la stimolazione delle terminazioni gustative da parte delle sostanze sapide in essi contenute, assumendo così un ruolo importante nel preparare la secrezione del succo gastrico. La saliva esercita anche una funzione digestiva attraverso l'azione della ptialina, che attua la scissione idrolitica dei polisaccaridi come l'amido e il glicogeno. In condizioni patologiche la saliva può incrementare oppure diminuire in quantità in base alle cause determinanti.