Papilloma.
Di riccardo (del 26/11/2013 @ 16:05:49, in Lettera P, visto n. 723 volte)
Formazione patologica dell'epitelio della cute e (più frequentemente) delle mucose, costituita da proliferazioni epiteliali ramificate o lobulate, sostenute da uno stroma connettivale, nel quale scorrono i vasi sanguigni. Si localizza di preferenza nella vescica e nella laringe. Trae origine dall'azione di cause irritanti lievi ma di lunga durata o da supposte infezioni virali, ma può essere anche di natura tumorale, generalmente benigna. Il papilloma vescicale assume spesso molteplici sedi nella mucosa vescicale e anche nel bacinetto, negli ureteri e nell'uretra. Il papilloma laringeo s'insedia di solito nelle corde vocali. Una frequente complicazione del papilloma è l'emorragia per il distacco o la rottura di papille.