Zone erogene.
Di dr.ssa Anna Carderi (del 01/10/2013 @ 16:09:25, in Lettera Z, visto n. 752 volte)
Una zona erogena è un'area del corpo umano, spesso un organo o parte di esso, la cui stimolazione esterna è legata all'eccitazione e al piacere sessuale. Si distinguono in due categorie: quelle primarie e quelle secondarie. Le zone erogene primarie sono strettamente correlate all'orgasmo e sono localizzate coinvolgono l'insieme degli organi genitali esterni (per gli uomini lo scroto e i testicoli, per le donne le labbra vulvari, l'ingresso della vagina e il pube, l'ano e il clitoride. Per quanto riguarda le zone erogene secondarie, possono essere distinte in tre localizzazioni, la cui forza erogena si sviluppa in senso ascendente: Le zone erogene extra-genitali, la cui intensità e superficie sono molto variabili da una persona all'altra, in base al grado di risveglio erotico e alla vitalità (energia vitale). Le zone erogene para-genitali (la parte inferiore dell'addome, la regione del ventre e quella del perineo), sono quasi identiche sia nell'uomo che nella donna e hanno, in entrambi i casi, quasi lo stesso potenziale erogeno.