Lombosciatalgėa.
Di riccardo (del 12/09/2013 @ 12:55:45, in Lettera L, visto n. 1027 volte)
Sindrome dolorosa, solitamente a esordio acuto, caratterizzata dalla contemporanea presenza di lombalgia e sciatalgia, per lo più in coincidenza con la riacutizzazione di una lomboartrosi. La lombosciatalgia colpisce la zona vertebrale lombare, prolungandosi al nervo sciatico e quindi lungo gli arti inferiori. La colonna lombare è la 'zona' più mobile della colonna poiché ciascuna vertebra, a lato, non incontra alcun ostacolo con le restanti formazioni ossee (cosa che peraltro accade per quelle sacrali e dorsali) e su di essa grava la maggior parte del peso del tronco questo la assoggetta a ordinarie lesioni traumatiche (dalle fratture alle distorsioni). Le cause della lombosciatalgia possono essere molteplici. Se per una buona percentuale di persone le ragioni sono da ricercare in anomalie a carico dell'apparato muscolo - scheletrico, alla base di questa patologia ci possono essere anche ernie disturbi pelvici, addominali nonchè problemi di somatizzazione dello stress o di blocchi interiori mai risolti. La terapia farmacologica consiste nell'assunzione di anti infiammatori è comunque palliativa. Per risolvere la situazione bisogna dimagrire e fare molto nuoto o anche delle belle passeggiate.