Liquor
Di E.F. (del 29/03/2013 @ 08:31:26, in Lettera L, visto n. 835 volte)
Viene denominato anche liquido cefalorachidiano o cerebrospinale o liquido rachido-spinale. E' un fluido corporeo che si trova nel sistema nervoso centrale e ha, tra le varie funzioni, quella di ridurre il peso dell'encefalo. Occupa lo spazio subaracnoideo, tra le meningi aracnoide e pia madre e permea la corteccia cerebrale, il midollo spinale, i globi oculari e gli spazi interni al sistema nervoso centrale, quali le cisterne, i ventricoli cerebrali e il canale midollare. E' prodotto a livello dei plessi corioidei per dialisi del plasma per circa 500 mL al giorno. Il suo volume varia da 60 a 200 mL. Si presenta come un liquido limpido, incolore, con reazione alcalina e densità 1001-1010. Ha composizione analoga a quella del plasma sanguigno con una concentrazione minore di potassio e amminoacidi ed assenza di proteine. Protegge il sistema nervoso centrale (encefalo e midollo spinale) da urti contro le strutture ossee che lo contengono. Insieme al sangue permette di controllare le variazioni dell'ambiente interno. Mantiene costante la pressione e il volume endocranici adeguando il suo volume alle variazioni del flusso sanguigno e della massa cerebrale. Alterazioni relative ai caratteri chimico-fisici, al volume e alla pressione del liquor indicano processi patologici di natura infiammatoria, emorragica o tumorale a carico dell'encefalo: ciò può essere valutato con l'analisi del liquor prelevato eseguendo una puntura lombare effettuata tra L3 e L4 o tra L4 e L5.