Umore
Di Admin (del 11/01/2012 @ 14:05:58, in Lettera U, visto n. 1063 volte)
Nell’antichità con il termine umore si intendeva i quattro fluidi circolanti nell’organismo: sangue, flemma, bile gialla, bile nera. In psicologia viene definito umore quella disposizione di base determinata da caratteristiche intrinseche i fattori acquisiti, come apprendimenti, esperienze, abitudini cui partecipano istanze emozionali ed istintive. Gli studi di neurofisiologia ci hanno mostrato che la regolazione del tono dell’umore è sotto la dipendenza di un centro diencefalico: si è definita questa regolazione funzione timica e, a seconda che l’umore sia esaltato o rallentato, si parla quindi di ipertimia o ipotimia più genericamente. Si parla, inoltre, di distimia per indicare ogni perturbazione dell’umore.