Fibra alimentare
Di Viola Sinismagli (del 15/03/2011 @ 17:50:20, in Lettera F, visto n. 1680 volte)
La sostanza di natura glicidica, non digeribile, presente negli alimenti di origine vegetale. Questo termine comprende diverse sostanze: cellulosa, emicellulosa, pectina, gomme, lignina, mucillaggini. L'apporto di fibre è importante per la nostra alimentazione in quanto esse permettono un corretto transito intestinale, grazie al loro effetto meccanico, attirano acqua nel lume intestinale favorendo l’aumento della massa fecale e trattengono e riducono l'assorbimento di altre sostanze come il colesterolo. La quantità consigliata di fibre alimentari è di circa 15 grammi al giorno, in tal modo si ha formazione di feci facilmente evacuabili. Inoltre un loro consumo regolare è stato associato ad una ridotta probabilità di insorgenza di alcune malattie come emorroidi, stitichezza, calcolosi biliare, cancro al colon e al retto.