De la Peyronie, malattia di
Di Dr.ssa Maglioni (del 16/02/2011 @ 12:26:39, in Lettera D, visto n. 1173 volte)
È una malattia che interessa il pene caratterizzata da una fibrosi circoscritta della guaina che riveste i corpi cavernosi del pene, la tunica albuginea. L’area interessata dalla fibrosi viene definita placca e provoca una perdita di elasticità durante l'erezione e determina una curvatura verso il versante malato. Si pensa che le causa possano essere traumi o microtraumi ripetuti nel tempo a carico del pene eretto. La malattia colpisce prevalentemente uomini tra i 50 e i 65 anni, e frequentemente è associata a malattie quali diabete, gotta, ipertensione e aterosclerosi. La terapia non chirurgica può essere farmacologica generale, farmacologica locale, o una terapia con mezzi fisici. Queste terapie sono efficaci per arrestare i processi di formazione della placca. La terapia chirurgica si attua solo nei casi più gravi e consiste in interventi di chirurgia plastica ricostruttiva, principalmente di due tipi: rimozione di tessuto sano dalla parte opposta alla curvatura e quindi raddrizzamento del pene, senza escissione della placca; oppure rimozione della placca e sostituzione con un lembo di pelle.