Sedano
Di salute (del 06/10/2007 @ 17:32:19, in Lettera S, visto n. 1077 volte)
Il sedano (Apium graveolens L.) è un ortaggio noto fin dall’antichità; viene già citato, ad esempio, nell’Odissea, ma come erba medicinale. Le prime notizie sull’uso del sedano in cucina risalgono al 1623. Il cuore del sedano può essere consumato fresco in insalata o in pinzimonio, mentre le costole esterne possono essere impiegate nella preparazione di zuppe e minestre. Si conserva molto a lungo in frigorifero, ma resta croccante solo per quattro o cinque giorni. INFO AL. - Carboidrati: 2,4; proteine: 2,3; grassi: 0,2; acqua: 88,3; calorie: 20. Parte edibile: 80; calorie al lordo: 16