Scalogno
Di salute (del 06/10/2007 @ 17:29:20, in Lettera S, visto n. 1231 volte)
Lo scalogno è un parente stretto della cipolla, tanto da essere considerato il suo sostituto nelle ricette più raffinate. Infatti lo scalogno non è molto diffuso e viene proposto nella cucina più attenta ai gusti delicati. Infatti ha un sapore più deciso della cipolla, ma meno intenso dell’aglio e può essere una buona base per un soffritto da un sapore meno convenzionale. Dal punto di vista botanico, è una pianta arborea (Allium ascalonicum) leggermente più piccola della cipolla ma di aspetto simile, non solo nei bulbi ma anche nel fusto. Ne esistono due varietà, una più piccola e gustosa, precoce, e una più grande ma meno pregiata. Non si conosce una forma spontanea di questa pianta, quindi non sono ben chiare le sue origini e provenienza. Sembra tuttavia che fosse già coltivata dai romani, in quanto il nome sembra derivare da quello dell’antica città di Allium Ascolicum, al confine tra Egitto e Siria. In passato è stata molto coltivata in Francia, ma ora risulta più rara e difficile da reperire. Lo scalogno ha un bulbo più affusolato della cipolla e un colore oro più intenso. INFO AL. - Carboidrati: 5,7; proteine: 1; grassi: 0,1; acqua: 92,1; calorie: 28. Parte edibile: 72; calorie al lordo: 20.