L'olio di camelina riduce il colesterolo

Livelli totali e di Ldl abbattuti

L'olio ricavato dalla camelina, pianta delle Brassicacee nota come “falso lino”, avrebbe un effetto protettivo nei confronti del colesterolo. Secondo i dati di uno studio apparso su Molecular Nutrition & Food Research a firma di ricercatori dell'Università della Finlandia Orientale, l'olio di camelina avrebbe la capacità di ridurre i livelli di colesterolo totale e di colesterolo Ldl.
La ricerca ha analizzato le associazioni fra olio di camelina, pesce grasso e pesce magro con il metabolismo dei lipidi e del glucosio. Allo studio hanno preso parte 79 persone fra i 43 e i 72 anni che mostravano una concentrazione ridotta di glucosio a digiuno.
I volontari hanno consumato pesce grasso o magro per 4 volte alla settimana, oppure hanno assunto una dose giornaliera di 30 ml di olio di camelina per 12 settimane. Gli effetti più evidenti sono stati quelli prodotti da quest'ultimo.
La camelina appartiene alla famiglia della colza e della rapa. È originaria dell'Asia centrale ed è utilizzata dall'uomo fin dall'era primitiva. L'olio di camelina è ricco di acido alfa-linoleico, un acido grasso omega-3 a base vegetale.

Notizie correlate