Rischio di alcuni tumori nel tessuto cicatriziale

Il rischio riguarda il tessuto che si trova attorno alle protesi mammarie

Il tessuto cicatriziale attorno alle protesi mammarie pu├▓ essere sede di insorgenza di alcuni tumori, fra cui il carcinoma a cellule squamose (SCC) e vari linfomi. A evidenziarlo ├Ę un avviso di sicurezza emanato dalla Food and Drug Administration basato sui resoconti di questi tumori che si presentano nella capsula o nel tessuto cicatriziale attorno alle protesi mammarie.
La segnalazione non riguarda però il linfoma anaplastico a grandi cellule associato alla protesi mammaria (BIA-ALCL), rischio già noto fra le pazienti che affrontano un impianto.
┬źDopo la revisione preliminare della letteratura pubblicata nell'ambito del nostro monitoraggio in corso sulla sicurezza delle protesi mammarie, la FDA ├Ę venuta a conoscenza di meno di 20 casi di SCC e di meno di 30 casi di vari linfomi nella capsula attorno alla protesi mammaria┬╗, spiega l'agenzia.
Non si conoscono n├ę il tasso di incidenza n├ę i fattori di rischio per questi eventi, ma sono emerse alcune segnalazioni di SCC e vari linfomi nella capsula sia per le protesi mammarie testurizzate che lisce, e per le protesi saline e al silicone.
In alcuni casi, i tumori sono stati diagnosticati anni dopo l'intervento di posizionamento, e segni e sintomi includevano gonfiore, dolore, noduli o alterazioni della pelle. ┬źSebbene i rischi di sviluppare SCC e linfomi nel tessuto attorno alle protesi mammarie appaiano rari, avendo identificato un rischio per la sicurezza relativo a questi dispositivi medici abbiamo dovuto fornire al pubblico informazioni chiare e comprensibili il pi├╣ rapidamente possibile┬╗, afferma in un comunicato stampa Binita Ashar, che dirige l'Office of Surgical and Infection Control Devices presso lo FDA Center for Devices and Radiological Health.
Pazienti e medici sono invitati a segnalare eventuali problemi relativi alla protesi mammaria e casi di SCC o linfoma della capsula della protesi tramite MedWatch, il programma di segnalazione degli eventi avversi della FDA.

Fonte: Lancet Diabetes & Endocrinology 2022. Doi: 10.1016/S2213-8587(22)00141-3
Lancet

16/05/2023 16:40:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate