La perdita di peso come possibile spia del cancro

Può indicare un aumento del rischio nei 12 mesi successivi

Uno studio apparso su Jama mostra che il rischio di cancro aumenta in maniera significativa nei 12 mesi successivi a una perdita di peso.
«La perdita di peso è una situazione che viene spesso presentata al medico nell'assistenza primaria. Non è ben chiaro, però, quali siano i tassi di cancro durante i 12 mesi successivi tra gli individui con recente perdita di peso rispetto a quelli che non riferiscono una situazione di questo tipo», afferma Brian Wolpin del Dana-Farber Cancer Institute e della Harvard Medical School di Boston, autore senior dello studio.
I ricercatori hanno preso in esame i tassi di diagnosi di cancro nell'arco di 12 mesi fra gli operatori sanitari, confrontando il dato in due gruppi: soggetti che avevano perso peso e soggetti che non avevano perso peso. Per farlo, hanno utilizzato i dati ricavati dal Nurses' Health Study da giugno 1978 al 30 giugno 2016, e dall'Health Professionals Follow-Up Study da gennaio 1988 al 31 gennaio 2016.
Per chiarire quale fosse il grado di intenzionalità nella perdita di peso sono stati presi in considerazione i dati sull'attività fisica e sulla qualità della dieta. L'intenzionalità era alta se aumentavano entrambi i fattori, media se ne aumentava solo uno e bassa se nessuno dei due fattori era coinvolto.
Su 157.474 partecipanti e durante 1,64 milioni di anni-persona di follow-up, sono stati identificati 15.809 casi incidenti di cancro (tasso di incidenza 964 casi/100.000 anni-persona). Durante i 12 mesi successivi al cambiamento di peso riferito, si sono verificati 1.362 casi di cancro/100.000 anni-persona tra tutti i partecipanti con una recente perdita di peso superiore al 10,0% del peso corporeo, rispetto a 869 casi di cancro/100.000 anni-persona tra quelli senza perdita di peso recente.
Nel gruppo dei partecipanti classificati con bassa intenzionalità si sono verificati 2.687 casi di cancro su 100.000 anni-persona nei soggetti con riduzione di peso superiore al 10,0% del peso corporeo rispetto a 1.220 casi di cancro/100.000 anni-persona in coloro che non avevano perso peso recentemente.
Nei pazienti con perdita recente di peso era particolarmente comune il cancro del tratto gastrointestinale. Sono stati registrati 173 casi/100.000 anni-persona nei soggetti con perdita di peso superiore al 10,0% del peso corporeo rispetto a 36 casi/100.000 anni-persona nei soggetti senza perdita di peso recente.

Fonte: JAMA 2024. Doi: 10.1001/jama.2023.25869
Jama

19/02/2024 12:40:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate