Crohn, ossigenazione iperbarica efficace

Nei pazienti con malattia fistolizzante

I soggetti che soffrono di malattia di Crohn fistolizzante possono beneficiare dell'ossigenazione iperbarica, che mostra un tasso di risposta clinica dell'87%, stando ai dati di una revisione presentata al Crohn's and Colitis Congress.
"Le fistole sono una complicanza comune della malattia di Crohn che si verifica fino al 50% dei pazienti", ha evidenziato il dott. Amr Dokmak del Catholic Medical Center di Manchester, nel New Hampshire. ÔÇťNonostante la significativa espansione delle terapie IBD, in particolare i biologici e le innovazioni nella strategia di trattamento, rimane un divario significativo nel raggiungimento della guarigione della fistola di lunga data. L'ossigenoterapia iperbarica ha suscitato interesse come potenziale terapia aggiuntiva per le IBD refrattarie".
Il team diretto da Dokmak ha esaminato i database EMBASE, Web of Science, PubMed e Cochrane Library. I ricercatori hanno incluso articoli pubblicati e abstract che soddisfacevano i criteri di progettazione dello studio, hanno valutato l'efficacia dell'ossigeno iperbarico nei pazienti con Crohn fistolizzante e hanno riportato dati sugli esiti sufficienti, che sono stati misurati clinicamente, radiograficamente e/o endoscopicamente.
Alla fine sono stati inclusi nella revisione 16 studi per un totale di 164 pazienti sottoposti a 5.125 sessioni di ossigenoterapia iperbarica. L'endpoint primario era il tasso di risposta clinica e la remissione clinica, intesa come chiusura della fistola e completa cessazione del drenaggio, mentre per risposta parziale si intende un miglioramento del drenaggio della fistola.
"La nostra revisione sistematica ha dimostrato un tasso di risposta clinica complessiva dell'87%, suggerendo che l'ossigenoterapia iperbarica pu├▓ essere un'opzione terapeutica efficace per la malattia fistolizzante", ha affermato Dokmak. "Tuttavia le fistole rettovaginali erano il sottotipo di fistola meno sensibile all'ossigenoterapia iperbarica".
Inoltre, i ricercatori hanno riportato una remissione clinica aggregata del 59% (IC 95%, 0,35-0,8) tra i pazienti che hanno ricevuto ossigenoterapia iperbarica. Il numero aggregato di eventi avversi ├Ę stato inferiore a 51,7 per 10.000 sessioni di ossigenoterapia iperbarica in tutti i tipi di fistole (95% CI, 16,8-159,3).
Il tasso di risposta clinica variava in base al sottotipo: a rispondere maggiormente erano le fistole perianali, che rispondevano maggiormente (89%) alla terapia, seguite dalle fistole enterocutanee (84%); i pazienti con fistole rettovaginali hanno avuto la risposta pi├╣ bassa alla terapia (29%).
I ricercatori hanno riferito che le ore passate nella camera iperbarica o il numero di sessioni di ossigenoterapia iperbarica non erano associati a una risposta clinica migliorata.
"L'ossigenoterapia iperbarica ├Ę un'opzione terapeutica sicura e potenzialmente efficace in caso di fistole nella malattia di Crohn", ha concluso Dokmak. "Tuttavia, sono necessari studi di controllo randomizzati per confermarne il beneficio nella fistolizzazione nei pazienti con questa malattia infiammatoria cronica intestinale".

26/01/2023 11:20:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate