Il fruttosio combatte i tumori

Sembra in grado di aumentare la risposta immunitaria

Se in passato alcune ricerche avevano puntato il dito contro lo zucchero, reo di creare le condizioni ideali per la proliferazione tumorale, ora un nuovo studio sottolinea gli aspetti positivi legati al consumo di fruttosio, uno zucchero semplice contenuto nella frutta, nel miele e in alcuni alimenti dolci sotto forma di additivo.
Lo studio, condotto da ricercatori dello Shanghai Chest Hospital e dell'Università Jiao Tong di Shanghai, indica che una dieta ricca di fruttosio è in grado di rafforzare la risposta immunitaria contro il cancro, riducendone progressione e letalità.
La ricerca, pubblicata su Cell Metabolism, è commentata così dall'oncologo Paolo Ascierto: "Lo studio non indica che fare incetta di zuccheri aiuti automaticamente a contrastare il tumore", spiega, sottolineando come siano "necessari ulteriori studi che ci aiutino a comprendere se e come possiamo sfruttare il fruttosio per rafforzare l'azione del nostro sistema immunitario contro il cancro".
"Che il fruttosio sia associato alla crescita di alcuni tumori, come quelli intestinali, e delle metastasi lo sapevamo da tempo - afferma Ascierto dell'Istituto nazionale tumori Fondazione Pascale di Napoli e presidente della Fondazione Melanoma -. Quello che fino ad oggi risultava ancora poco chiaro è il suo impatto sulla risposta immunitaria antitumorale. Il nuovo studio colma in parte questa lacuna e mostra che una dieta ricca di fruttosio è in grado di rafforzare la risposta immunitaria contro il cancro, controllandone la crescita. Il fruttosio alimentare, dunque, promuove l'immunità antitumorale delle cellule".
Nel corso dello studio, i ricercatori hanno nutrito un gruppo di topi affetti da melanoma con una dieta ricca di fruttosio e un altro gruppo con una dieta normale. Dopo 2 settimane, i topi alimentati con il fruttosio hanno mostrato una significativa riduzione della crescita tumorale e della letalità indotta dal cancro rispetto a quelli del gruppo di controllo.
"Nel nuovo studio - dettaglia Ascierto - i ricercatori cinesi hanno osservato che il fruttosio alimentare aumenta la risposta immunitaria dei linfociti T denominati CD8+, che hanno la funzione di identificare e uccidere le cellule tumorali, controllando così la progressione della malattia. In particolare, il consumo di fruttosio ha innescato la produzione di leptina, l'ormone prodotto dal tessuto adiposo che segnala al cervello la sensazione di sazietà, sia nel sangue che nel tessuto tumorale. L'aumento della leptina è associato all'incremento dell'attività dei linfociti T antitumorali, potenziandone così la risposta immunitaria contro il cancro".

11/01/2024 17:00:00 Andrea Piccoli


Notizie correlate