Siete obesi? Colpa della mamma

Il legame materno ha effetto anche sui comportamenti alimentari

L'influenza delle mamme sui comportamenti alimentari dei figli è determinante. A rivelarlo è uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team della Harvard Medical School.
“Ogni passo dei genitori lascia un segno più o meno profondo nel percorso dei propri figli. Già prima del concepimento, le abitudini dei primi aprono loro la strada e, come una sorta di filo invisibile, questa influenza continua per tutta l'infanzia e l'adolescenza”, spiegano i ricercatori.
Tuttavia, aggiungono, “il luogo in cui vivono, con chi, il reddito familiare o l'educazione dei genitori, giocano tutti un ruolo decisivo sull'educazione e lo sviluppo dei figli. Sul cibo in particolare l'influenza è diretta, perché durante la gravidanza, c'è un legame diretto attraverso il cordone ombelicale della gestante”.
Lo studio parla di un'“associazione transgenerazionale” fra il consumo materno di cibi ultraelaborati e il peso corporeo dei figli. La conclusione si basa sui dati di quasi 20.000 bambini nati negli Stati Uniti da oltre 14.500 madri.
Al di là di altri fattori di rischio, i figli di donne che consumano più cibi ultralavorati hanno “fino al 26% in più di rischio di sviluppare sovrappeso o obesità rispetto ai figli di quelle madri che mangiano di meno”.
Fra i cibi ultralavorati ci sono bevande zuccherate, barrette energetiche, gelati, dolcificanti, coloranti e additivi vari. I ricercatori di Harvard suggeriscono quindi alle madri di evitare il consumo di cibi ultraelaborati, consiglio peraltro estendibile anche ai padri. Se in questo caso manca l'influenza diretta del periodo della gestazione, rimane tuttavia l'eventuale cattivo esempio dato durante i primi anni di vita del bambino.

07/10/2022 09:48:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate