Dolore cronico da parto cesareo, la morfina non serve

L'aggiunta della sostanza all'anestesia spinale non produce effetti positivi

Uno studio pubblicato sul British Journal of Anesthesia mostra che l'aggiunta di morfina all'anestesia spinale in caso di parto cesareo non ha effetti positivi sul dolore cronico a 3 e 6 mesi dopo l'intervento.
Il dolore può essere associato alla cicatrice provocata dal taglio cesareo, che ha bisogno di un periodo dalle 4 alle 6 settimane per guarire. In questo lasso di tempo la donna può sperimentare disagio, affaticamento e dolore che possono anche protrarsi per un periodo maggiore.
La cicatrice, se non trattata, può anche causare conseguenze posturali negative che possono a loro volta favorire mal di schiena difficili da curare. Spesso i medici aggiungono morfina all'anestesia spinale in considerazione del meccanismo di azione selettivo sui recettori oppioidi nel midollo spinale. Lo studio, coordinato da Asish Subedi del Koirala Institute of Health Sciences di Dharan, in Nepal, ha coinvolto 290 partorienti sane sottoposte a parto cesareo elettivo. Le donne sono state assegnate casualmente a ricevere morfina intratecale o soluzione fisiologica come parte dell'anestesia.
L'obiettivo primario dello studio era verificare l'incidenza di dolore post-chirurgico postoperatorio (CPSP) a 3 mesi. Gli esiti secondari includevano CPSP a 6 mesi, gravità del dolore e interferenza del dolore, misurati dal questionario Brief Pain Inventory utilizzando una scala di valutazione numerica a 11 punti, a 3 e 6 mesi dopo l'intervento chirurgico.
I risultati hanno mostrato che 276 pazienti hanno completato il follow-up di 3 mesi, 139 nel gruppo morfina e 137 nel gruppo placebo. L'incidenza della CPSP a 3 mesi era del 19% (27 su 139) nel gruppo morfina e del 18% (25 su 137) nel gruppo placebo (odds ratio, 1,08; intervallo di confidenza al 95%, 0,59-1,97; p=0,803).
A 6 mesi, il dolore post-chirurgico cronico era presente in 23 su 139 (16%) pazienti del gruppo morfina rispetto a 19 su 137 (14%) nel gruppo placebo (odds ratio, 1,23; intervallo di confidenza al 95%, 0,63-2,38; p=0,536). I punteggi del questionario Brief Pain Inventory per la gravità del dolore e l'interferenza del dolore a 3 e 6 mesi erano simili tra i gruppi.
Secondo gli autori, quindi, la somministrazione di morfina come componente dell'anestesia spinale per il taglio cesareo non serve a ridurre l'incidenza del dolore cronico a 3 e 6 mesi dopo l'intervento.

29/04/2022 Andrea Sperelli


Notizie correlate