Reflusso gastroesofageo, aggiornate le linee guida

Gli inibitori di pompa protonica andrebbero sospesi dopo 2 mesi

Dopo 2 mesi di terapia, gli inibitori di pompa protonica (PPI) andrebbero sospesi se i pazienti rispondono alla terapia. √ą uno dei suggerimenti introdotti nelle nuove linee guida aggiornate dagli esperti dell'ACG, l'American College of Gastroenterology, riguardo alla gestione della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).
"L'ethos delle nuove linee guida - pubblicate sull'American Journal of Gastroenterology - del GERD √® quello di sintetizzare le raccomandazioni di massima qualit√†, ma ancora pratiche, per la diagnosi e la gestione dei pazienti con GERD", ha evidenziato Philip O. Katz, professore di medicina presso la Weill Cornell Medicine a New York, aggiungendo che: ‚ÄúSono stati sviluppati per il clinico per migliorare la loro opportunit√† di fornire la migliore assistenza possibile basata sull'evidenza, utilizzando il menu completo di test diagnostici e interventi terapeutici per questi pazienti spesso complessi‚ÄĚ.
I ricercatori guidati da Katz hanno utilizzato il sistema di classificazione GRADE per valutare l'evidenza e la forza delle raccomandazioni.
Oltre al consiglio di sospendere la terapia con PPI dopo 2 mesi, gli esperti sottolineano la necessità di sottoporre il paziente a endoscopia diagnostica nel caso in cui non abbia risposto alla terapia.
Il test oggettivo per GERD (endoscopia e/o monitoraggio del reflusso) è raccomandato nei pazienti che hanno dolore toracico senza bruciore di stomaco e non sono stati valutati per malattie cardiache. L'uso di una sola deglutizione di bario non è raccomandato come test diagnostico per GERD.
L'endoscopia è raccomandata come primo test per valutare i pazienti che presentano disfagia o altri sintomi allarmanti e anche per i pazienti con fattori di rischio per l'esofago di Barrett.
Per migliorare i sintomi del reflusso, i ricercatori consigliano la perdita di peso nei pazienti obesi o in sovrappeso, oltre a evitare il consumo di pasti entro 2 o 3 ore prima di andare a dormire e fumo e tabacco.
Gli inibitori vanno somministrati da 30 a 60 minuti prima di un pasto rispetto all'ora di dormire. La terapia di mantenimento con PPI è raccomandata a tempo indeterminato così come la chirurgia antireflusso nei pazienti con esofagite LA di grado C o D.

25/11/2021 16:30:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate