Lo smog aumenta il rischio di cancro non solo ai polmoni

Trovato un nesso anche per i tumori del colon-retto e della prostata

L'esposizione cronica agli inquinanti atmosferici, come il particolato fine (PM2.5) e il biossido di azoto (NO2) pu├▓ aumentare il rischio di cancro non polmonare negli anziani. Lo ha scoperto uno studio della Harvard TH Chan School of Public Health, condotto su milioni di beneficiari di Medicare negli Stati Uniti. i ricercatori hanno scoperto che l'esposizione al PM25 e NO2 per un periodo di 10 anni ha aumentato il rischio di sviluppare tumori del colon-retto e della prostata. Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che, anche bassi livelli di esposizione all'inquinamento atmosferico possono rendere le persone particolarmente suscettibili allo sviluppo di questi tumori, oltre a quelli al seno e all'endometrio. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Environmental Epidemiology.
┬źI nostri risultati rivelano la plausibilit├á biologica dell'inquinamento atmosferico come fattore di rischio cruciale nello sviluppo di tumori specifici, avvicinandoci di un passo alla comprensione dell'impatto dell'inquinamento atmosferico sulla salute umana┬╗, spiega Yaguang Wei, ricercatore presso il Dipartimento di Ambiente Salute di Harvard. ┬źPer garantire un accesso equo all'aria pulita per tutte le popolazioni, dobbiamo definire completamente gli effetti dell'inquinamento atmosferico e quindi lavorare per ridurlo┬╗, aggiunge. Mentre l'inquinamento atmosferico ├Ę stato stabilito come un fattore di rischio per il cancro ai polmoni e sta emergendo un collegamento con il rischio di cancro al seno, pochi studi hanno esaminato i suoi effetti sul rischio di cancro alla prostata, al colon-retto e all'endometrio.
I ricercatori hanno analizzato i dati dei beneficiari di Medicare di et├á pari o superiore a 65 anni, raccolti dal 2000 al 2016. All'inizio dello studio nessun partecipante aveva il cancro. I ricercatori hanno creato gruppi separati per ogni tipo di tumore al seno, del colon-retto, dell'endometrio e della prostata, ognuno dei quali era composto tra 2,2 milioni e 6,5 milioni di soggetti. Attingendo a una variet├á di fonti di dati sull'inquinamento atmosferico, i ricercatori hanno sviluppato una mappa predittiva delle concentrazioni di PM2,5 e NO2 negli Stati Uniti. Questa ├Ę stata poi collegata ai codici postali residenziali dei beneficiari per consentire ai ricercatori di stimare le esposizioni individuali su un periodo di 10 anni. I risultati dell'analisi hanno mostrato che le esposizioni croniche a PM2.5 e NO2 aumentano il rischio di sviluppare tumori del colon-retto e della prostata, ma non sono associate al rischio di cancro dell'endometrio.
Per il cancro al seno, l'esposizione a NO2 era associata a un aumento del rischio, mentre l'associazione per PM2,5 ├Ę risultata inconcludente. Quando l'analisi ├Ę stata ristretta alle regioni in cui i livelli di inquinamento atmosferico erano significativamente inferiori agli standard nazionali e la composizione del PM2,5 ├Ę rimasta abbastanza stabile, il loro effetto sul rischio di cancro al seno ├Ę risultato pi├╣ pronunciato. Associazioni pi├╣ forti tra l'esposizione a entrambi gli inquinanti e il rischio di cancro dell'endometrio sono state trovate anche a livelli di inquinamento inferiori. I ricercatori hanno notato che anche le comunit├á con aria apparentemente pulita non erano immuni dal rischio di cancro. Hanno trovato associazioni sostanziali tra l'esposizione ai due inquinanti e i rischi di tutti e quattro i tumori anche a livelli di inquinamento inferiori alle linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanit├á appena aggiornate (che sono inferiori agli attuali standard statunitensi).
┬źIl messaggio chiave qui ├Ę che gli standard di inquinamento atmosferico degli Stati Uniti sono inadeguati per proteggere la salute pubblica┬╗, spiega Joel Schwartz, professore di epidemiologia ambientale e autore dello studio. ┬źL'Environmental Protection Agency ha recentemente proposto standard pi├╣ severi per il PM2.5, ma la loro proposta non va abbastanza lontano nella regolamentazione di questo inquinante. Anche gli attuali standard di NO2 sono terribilmente inadeguati. A meno che tutti questi standard non diventino molto, molto pi├╣ severi, l'inquinamento atmosferico continuer├á a provocare migliaia di casi non necessari di tumori multipli ogni anno┬╗.

01/09/2023 10:25:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate