I batteri intestinali decidono quanto si dorme

Nella flora intestinale le differenze fra mattinieri e chi fa tardi la sera

La composizione dei batteri intestinali mostrerebbe fra le altre cose anche la predisposizione a svegliarsi presto la mattina o a far tardi la sera. Lo dice una ricerca dell'Università di Haifa pubblicata su The Faseb Journal.
I ricercatori israeliani hanno raccolto campioni fecali da 91 soggetti per estrarre e sequenziare il Dna batterico. L'analisi delle sequenze genetiche ha permesso di identificare tutte le specie batteriche intestinali e di quantificarle.
Il cronotipo dei partecipanti è stato determinato in base ai tempi di sonno auto-riferiti durante il fine settimana (svegliarsi senza sveglia).
Il confronto ha così rivelato 2 principali gruppi batterici la cui quantità differiva tra i cronotipi Alistipes - più alto nei mattinieri - e Lachnospira - più presente in chi fa tardi la sera.
Gli scienziati hanno anche messo a confronto la dieta dei diversi gruppi di cronotipi, scoprendo che nelle diete di chi si svegliava presto erano importanti i cibi ricchi di fibre e l'acqua, mentre in quelle di chi si addormentava e svegliava tardi erano preponderanti lo zucchero semplice e le bevande ad alto contenuto proteico.
Risultati importanti per cercare di mettere a punto diete specifiche atte ad alterare la flora batterica intestinale e migliorare così la salute dei cronotipi tardivi.


24/11/2021 10:21:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate