Hiv, donna guarisce senza farmaci

È il secondo caso registrato di virus eliminato naturalmente

Una donna argentina di 30 anni è guarita in maniera spontanea dal virus dell’Hiv. Nel sangue della paziente, risultata sieropositiva 8 anni fa, non sono più state trovate tracce genetiche del virus. Un caso diverso da quello degli “elite controllers”, ovvero quei pazienti che, senza bisogno di trattamenti, mostrano una carica virale molto bassa e non sviluppano mai l’Aids.
In questo caso, invece, il virus risulta totalmente eliminato. C’è un precedente, sempre scoperto dal team del dott. Xu Yu del Massachussets General Hospital, quello di Loreen Willenberg, una donna di 67 anni che ha sterilizzato l’Hiv senza bisogno di antiretrovirali o trapianti di cellule staminali.
La ragazza argentina ha scoperto di essere sieropositiva nel 2013, ma non ha iniziato alcun trattamento fino al 2019, quando è rimasta incinta. A quel punto i medici le hanno prescritto una cura a base di tenofovir, emtricitabina e raltegravir per 6 mesi durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza.
La donna ha partorito un bambino sano e negativo all’Hiv, e ha poi interrotto la terapia. L’analisi dettagliata di miliardi di cellule del suo plasma e di campioni di tessuto ha rivelato l’assenza di qualsiasi traccia di Hiv. I ricercatori hanno trovato soltanto 7 provirus difettosi, una forma di virus che è integrata nel materiale genetico di una cellula ospite come parte del ciclo di replicazione. In sostanza, i residui degli “assistenti” dell’Hiv.
Non è chiaro come la paziente sia riuscita a eliminare il virus dal suo corpo. "Pensiamo sia una combinazione di diversi meccanismi immunitari: i linfociti T citotossici sono probabilmente coinvolti, anche il meccanismo immunitario innato potrebbe aver contribuito", ha spiegato il dottor Xu Yu alla Cnn.
In ogni caso, si tratta di una scoperta fondamentale che potrebbe favorire la ricerca di una cura sterilizzante per il virus. Analizzando il meccanismo di replicazione dell’Hiv e il funzionamento del sistema immunitario di soggetti come la ragazza argentina, i ricercatori sperano di arrivare a creare finalmente un vaccino efficace contro il virus che provoca l’Aids.

17/11/2021 10:30:00 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Hiv, donna guarisce senza farmaci

  • È il secondo caso registrato di virus eliminato naturalmente
    (Continua)




Nuovo anticorpo contro l’Hiv

  • Aderisce alle cellule CD4 ostacolando l’ingresso del virus
    (Continua)




Hiv, buone notizie per il vaccino Tat

  • La risposta immune alla proteina Tat fondamentale per i pazienti cronici
    (Continua)




Hiv, primo uomo curato dai farmaci

  • In remissione da un anno solo con un cocktail di antiretrovirali
    (Continua)




Hiv, nuova terapia con una sola compressa

  • Due farmaci in uno per aumentare l’aderenza terapeutica
    (Continua)




Nuovo vaccino per l’Hiv

  • Sembra funzionare e potrebbe rivelarsi utile anche per Covid-19
    (Continua)




Hiv, terapia più semplice grazie a una sola compressa





Hiv, un trapianto di staminali lo cancella





Il comportamento sessuale influenza il microbioma





Hiv, c’è un vaccino per i bambini

  • Parte la sperimentazione guidata da ricercatori italiani
    (Continua)




Nuovi anticorpi per sconfiggere l’Hiv





Hiv, la terapia va iniziata subito

  • Le nuove linee guida anticipano il ricorso agli antiretrovirali
    (Continua)




C'è un nuovo vaccino contro l'Hiv





La vita segreta dell’Hiv

  • Ricerca scopre come individuare il virus nella fase di latenza
    (Continua)




Hiv, l’aggressività dipende dal microbioma

  • La gravità dell’infezione è legata a condizioni soggettive
    (Continua)




Le staminali per curare l’Hiv





Hiv, scoperto nuovo meccanismo di diffusione

  • Studio italiano aggiunge un tassello alla ricerca della verità
    (Continua)




Hiv, ecco perché non “molla” il sistema immunitario

  • Il virus causa alterazioni genetiche in alcune cellule
    (Continua)




Hiv, rivoluzione nelle terapie

  • Dalla somministrazione giornaliera a sole 6 dosi all’anno
    (Continua)