La vita segreta dell'Hiv

Ricerca scopre come individuare il virus nella fase di latenza

L'Hiv si nasconde, batte in ritirata ma non lascia sconfitto il campo di battaglia. Ormai è noto che il virus, durante la terapia antiretrovirale, trova il modo di nascondersi in attesa di tempi migliori.
Una ricerca del Davis Health Center dell'Università della California, in collaborazione con l'Università di San Francisco e quella della North Carolina di Chapel Hill, ha indagato questo aspetto specifico del virus, trovando alla fine il modo di individuarlo anche nella sua fase di latenza.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, è centrato sulla scoperta dell'aumento della crotonilazione dell'istone come base per costringere l'Hiv a uscire dal suo nascondiglio e a ridiventare sensibile ai farmaci. Si tratta di un meccanismo genetico che controlla l'espressione genica.
Satya Dandekar, principale autore dello studio, afferma: "Abbiamo lavorato su meccanismi che potrebbero essere utilizzati per interrompere la latenza dell'Hiv. L'obiettivo è quello di forzare il virus ad essere espresso in modo che sia visibile al sistema immunitario e possa essere bersagliato dall'immunoterapia. Si tratta del primo studio mirato a identificare la crotonilazione dell'istone come un driver per la trascrizione dell'Hiv e la de-crotonilazione come un marker epigenetico della latenza dell'Hiv".

12/03/2018 Andrea Piccoli


Notizie correlate