Morbo di Crohn, efficace upadacitinib

Via libera dal Chmp dell'Ema

Il Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha dato parere positivo per upadacitinib (nome commerciale Rinvoq) di AbbVie per il trattamento (45 mg dose d'induzione - 15 e 30 mg dosi di mantenimento) di pazienti adulti con malattia di Crohn attiva da moderata a severa che hanno avuto una risposta inadeguata, hanno perso la risposta o sono risultati intolleranti alla terapia convenzionale o a un agente biologico.
Il parere positivo del Chmp è supportato dai dati di due studi clinici di induzione, U-Exceed e U-Excel, e di uno studio di mantenimento, U-Endure. In tutti e tre gli studi, una percentuale statisticamente significativa di pazienti trattati con upadacitinib ha raggiunto l'endpoint secondario cruciale della remissione endoscopica. L'assenza o la scomparsa dell'ulcerazione insieme con i miglioramenti osservati all'endoscopia sono associati alla guarigione della mucosa.
‚ÄúIl parere positivo del Chmp per upadacitinib - dichiara Annalisa Iezzi, direttore medico di AbbVie Italia - √® un significativo passo avanti che ci avvicina alla possibilit√† di mettere a disposizione un trattamento che si assume per via orale una volta al giorno. √ą il primo nel suo genere e pu√≤ fare la differenza per le persone con malattia di Crohn. AbbVie √® impegnata nella ricerca e sviluppo di opzioni terapeutiche innovative che ampliano un portfolio diversificato di terapie per le persone che convivono con malattie infiammatorie croniche intestinali‚ÄĚ.
La malattia di Crohn √® una patologia sistemica cronica che si manifesta con un'infiammazione della parete gastrointestinale, che causa diarrea persistente e dolore addominale. √ą una patologia progressiva, cio√® peggiora nel tempo in una consistente percentuale di pazienti e pu√≤ portare a complicanze che richiedono cure mediche urgenti, compreso l'intervento chirurgico. I segni e i sintomi della malattia di Crohn sono imprevedibili perci√≤ comporta un impatto significativo per le persone che ci convivono, non soltanto dal punto di vista fisico ma anche emotivo ed economico.
Upadacitinib nell'Unione europea è approvato per il trattamento degli adulti con spondiloartrite assiale, spondiloartrite assiale non radiografica, artrite psoriasica, artrite reumatoide, colite ulcerosa attiva da moderata a severa e per adulti e adolescenti con dermatite atopica. In Italia, il farmaco è rimborsato dal Ssn nel trattamento dell'artrite reumatoide, della spondilite anchilosante, dell'artrite psoriasica e della dermatite atopica.

01/03/2023 11:10:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate