Covid, l'efficacia di simnotrelvir

Il farmaco accelera il recupero nei casi lievi

La somministrazione di un nuovo farmaco ha l'effetto di accelerare il recupero nei casi lievi di Covid-19. Il farmaco è simnotrelvir e il suo effetto è stato descritto sulle pagine del New England Journal of Medicine.
La riduzione dei sintomi è emersa soprattutto nei giovani con livelli di rischio standard. Il medicinale inizia a fare effetto quasi immediatamente dopo l'assunzione, riducendo febbre, tosse e naso che cola.
Allo studio hanno partecipato oltre 600 pazienti con età media di 35 anni, la metà dei quali presentava un fattore di rischio come l'obesità. Gli scienziati hanno somministrato una combinazione di simnotrelvir e paxlovid. Nessun partecipante ha sviluppato una forma grave di Covid e i livelli del virus sono calati entro 5 giorni di circa 30 volte in più rispetto a chi aveva assunto solo placebo.
Tra i limiti del farmaco c'è la finestra di prima assunzione del trattamento, che deve avvenire entro i primi 3 giorni dallo sviluppo dei sintomi.
Il coautore dello studio, Bin Cao, pneumologo del China-Japan Friendship Hospital di Pechino, ha spiegato che il Sars-CoV-2 è ormai diventato un "virus respiratorio di routine nella popolazione generale", spingendo i ricercatori a testare simnotrelvir soprattutto su giovani con livelli di rischio standard.
"Diamo il benvenuto a ogni nuovo farmaco, ma nessuno di essi dice l'ultima parola al Covid", conclude Saye Khoo.

01/02/2024 17:00:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate