E se le patatine fritte curassero la calvizie?

Studio giapponese segnala l’effetto di una componente chimica

Le vendite delle patatine fritte, già alte, aumenterebbero ancora di più se l’ipotesi di alcuni ricercatori giapponesi si rivelasse fondata.
Un team della Yokohama National University ha infatti segnalato l’effetto benefico sulla calvizie di un componente chimico utilizzato per la frittura delle patatine. La sostanza è il dimetilpolisilossano, sostanza contenuta nell’olio di frittura che serve a mantenere una corretta stabilità termica e ad evitare il formarsi di schiuma durante la cottura.
Il coordinatore della ricerca, Junji Fukuda, commenta: “Il metodo è molto semplice, è un metodo robusto e promettente. Speriamo che questa tecnica riuscirà a migliorare la terapia rigenerativa dei capelli umani utilizzata per trattare calvizie come l’alopecia androgenetica”.
Stando ai dati, l’alopecia androgenetica colpisce il 70 per cento degli uomini e il 40 per cento delle donne. Gli scienziati hanno reso calvi i topi utilizzati per l’esperimento, dopodiché hanno iniettato la componente negli animali osservando il dimetilpolisilossano riuscire a stimolare la produzione di oltre 5mila germi del follicolo pilifero.

28/01/2019 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Le rosse si mantengono giovani più a lungo

  • Il gene che regola la particolare pigmentazione dona anche maggior longevità
    (Continua)




Scoperto il gene per la ricrescita dei capelli





Capelli, le tendenze per la bella stagione

  • Le nuove proposte per le acconciature primavera-estate
    (Continua)




Covid, a rischio anche i capelli

  • Un terzo dei pazienti subisce una significativa perdita di capelli
    (Continua)




I vostri capelli conciati per le feste!





Un nuovo gene della calvizie





Perché la chemio fa cadere i capelli





Nuova cura contro la calvizie





Chemioterapia, un casco per non perdere i capelli





E se le patatine fritte curassero la calvizie?

  • Studio giapponese segnala l’effetto di una componente chimica
    (Continua)




Capelli, le tendenze del 2019





Il look giusto per Halloween

  • Le acconciature “da paura” per la notte del terrore
    (Continua)




La calvizie si cura con l’uovo

  • Nel tuorlo c’è una sostanza in grado di contrastare l’alopecia
    (Continua)




Le acconciature per l'estate





Capelli bianchi, ecco perché

  • Studio rivela un nesso con il funzionamento del sistema immunitario
    (Continua)




Calvizie sconfitta da un farmaco contro l’osteoporosi

  • Effetto collaterale positivo della molecola WAY-316606
    (Continua)




La calvizie è frenata dall’autofagia

  • Scoperto meccanismo che consente ai capelli di resistere
    (Continua)




Microbioma cutaneo e del cuoio capelluto





Calvizie, dal Prp alla Terapia Cellulare