Più informazione sulla contraccezione

Andare oltre la pillola del giorno dopo

Non si può puntare soltanto sulla pillola del giorno dopo per limitare il numero delle gravidanze indesiderate. Uno studio realizzato in una clinica della città statunitense di Pittsburgh ha esaminato i casi di 328 donne e l'efficacia di un progetto informativo basato sulla conoscenza della contraccezione reversibile e sulla contestuale proposta di contraccettivi intrauterini per le donne che facevano richiesta della pillola del giorno dopo.
Dai risultati è emerso che dopo la modifica della politica adottata dalla clinica, il tasso di donne che avevano una migliore conoscenza dei dispositivi intrauterini era aumentato, ed era invece diminuito quello relativo alle donne che non utilizzavano alcun contraccettivo.
La dott.ssa Bimla Schwarz, che lavora presso l'Università di Pittsburgh ed è coautrice della ricerca pubblicata su Contraception, spiega: «infatti, l’aumentato ricorso alla pillola del giorno dopo non ha ridotto la percentuale di gravidanze indesiderate. Il motivo è che il sesso non protetto resta ancora una pratica comune e la pillola del giorno dopo non è sufficiente contro le gravidanze indesiderate. Infatti, il 9% delle donne che in clinica riceveva solo la pillola contraccettiva, aveva una gravidanza indesiderata entro 3 mesi».
Da parte loro, Danielle Atkins dell'Università del Tennesse e Atsuko Koyama del Boston Medical Center's Pediatric Emergency commentano: «la ricerca ha dimostrato che nuove policy per l’informazione e l’educazione sull’uso di dispositivi contraccettivi intrauterini nei confronti delle donne che vogliono evitare gravidanze indesiderate, potrebbe avere risultati anche al di fuori di cliniche e ambulatori medici, per esempio in farmacie, pronto soccorso e consultori. I medici e gli operatori sanitari dovrebbero essere informati sulle cliniche e gli ospedali in cui si effettuano i posizionamenti di dispositivi contraccettivi intrauterini per le donne che lo richiedono».

18/04/2014 14:34:00 Andrea Piccoli

Notizie correlate

Long Covid, le conseguenze sull’intestino

  • I disturbi gastrointestinali permangono a lungo nei soggetti
    (Continua)




Un gel anticoncezionale che paralizza gli spermatozoi

  • Nuovo metodo si rivela efficace in fase di sperimentazione
    (Continua)




AstraZeneca, le donne che prendono la pillola rischiano?

  • Dubbi alimentati dal fatto che la pillola aumenta di per sé il rischio di trombi
    (Continua)




Gli antibiotici riducono l’effetto della pillola

  • I farmaci aumenterebbero il rischio di gravidanze indesiderate
    (Continua)




La pillola anticoncezionale da prendere una volta al mese

  • Allo studio nuova formulazione che scongiuri le dimenticanze
    (Continua)




Essure pericoloso, ritirato il contraccettivo permanente

  • Dopo l’Europa, anche negli Stati Uniti il dispositivo finisce fuori legge
    (Continua)




I contraccettivi ormonali non aumentano il rischio di cancro

  • Studio smentisce il nesso con l’insorgenza del tumore al seno
    (Continua)




Pillola dei 5 giorni dopo, è boom

  • Aumento record delle vendite dopo la liberalizzazione
    (Continua)




Nuovo anticoncezionale? Un'iniezione da fare agli uomini

  • In sperimentazione una tecnica inedita per evitare gravidanze indesiderate
    (Continua)




Levonorgestrel ed estrogeni, meno rischi per il cuore

  • Sono i contraccettivi più sicuri a livello cardiovascolare
    (Continua)




Un anello vaginale protegge le donne dall'Hiv

  • Il dispositivo contiene la dapivirina, antivirale che blocca l'infezione
    (Continua)




Meno gravidanze indesiderate grazie a pillola sottocutanea

  • Fondamentale anche la formazione degli operatori sanitari
    (Continua)




Rischio coaguli per la pillola di terza generazione

  • Pillole a base di drospirenone più pericolose delle altre
    (Continua)




La contraccezione nelle donne con diabete





Il contraccettivo si fa digitale





Più informazione sulla contraccezione





Zyxelle, la pillola per la pillola

  • Un integratore per favorire l’utilizzo in Italia della pillola anticoncezionale
    (Continua)




L'iperico rende meno efficaci gli anticoncezionali

  • Aumentano le possibilità di gravidanza con un'assunzione associata
    (Continua)




Dopo la pillola la seconda gravidanza è più dura

  • Attesa di oltre 18 mesi in media fra una gravidanza e l'altra
    (Continua)