Nuova cura contro la calvizie

Nata da una ricerca sul diabete

C’è un nuovo trattamento cosmetico che contrasta la caduta dei capelli. Si chiama Trinov, è stato sviluppato da Fidia Farmaceutici sulla scia delle scoperte effettuate dal prof. Giovanni Brotzu e dal suo team di Cagliari quando nel 2010 stavano conducendo delle ricerche sul diabete per lo sviluppo di un farmaco.
Scoprirono infatti che il restringimento dei capillari e la mancanza di microcircolazione causati da questa malattia comportano, tra le prime conseguenze, anche la caduta dei peli. Da lì il legame con la calvizie e la creazione di una lozione anticaduta dei capelli. Il brevetto è stato successivamente acquisito dalla società Fidia Farmaceutici S.p.A di Abano Terme (PD) che ha condotto uno studio ed effettuato numerose fasi sperimentali per stabilizzare la formulazione e renderla efficace e commercializzabile nelle farmacie.
Le cause dell’alopecia e i principi della formulazione di Trinov
Una causa certa dell’alopecia androgenetica è l’abbondante presenza di diidrotestosterone (in sigla DHT) nel follicolo del capello. Il DHT risulta altamente dannoso per il follicolo perché accorcia la fase di crescita del capello e, successivamente, provoca una progressiva miniaturizzazione del follicolo, fino ad arrivare all’atrofia completa e quindi alla cessazione di ogni attività produttiva. Gli approcci al trattamento della calvizie mirano, direttamente o indirettamente, a riportare entro parametri standard la dimensione, la densità e il ciclo di vita del follicolo pilifero. Disponibile in due versioni, TRINOV Lozione Anticaduta Uomo e TRINOV Lozione Anticaduta Donna, la lozione anticaduta si basa su tre principi: il primo è l’S-equolo, un isoflavone presente nei semi di soia, in grado di contrastare la produzione di Diidrotestosterone (DHT), principale responsabile della caduta dei capelli. Il secondo elemento, DGLA (un acido grasso polinsaturo derivato dall’acido linoleico), agisce per favorire la microcircolazione a livello del bulbo, apportando quindi più ossigeno e nutrienti al capello. Ultimo ingrediente è la propinol-L-carnitina che protegge i tessuti dal danno ossidativo, aumenta il metabolismo locale e stimola la produzione di energia. L’elemento innovativo di Trinov, che garantisce l’azione diretta ed efficace dei componenti, sono però i liposomi. Il loro ruolo è fondamentale perché inglobano i componenti della lozione e li “traghettano” direttamente sulla superficie del cuoio capelluto, garantendo il completo rilascio sul bulbo pilifero.

Lo studio e il metodo sviluppato per la fase di test
Pubblicato recentemente sulla rivista scientifica Dermatologic Therapy, lo studio che dimostra l’efficacia della formulazione di Trinov è stato realizzato dall’Institute of Skin and Product Evaluation di Milano su 60 volontari divisi equamente tra 30 uomini, fra i 18 e i 55 anni, e 30 donne, di età compresa fra i 30 e i 60 anni.
Ai partecipanti del test è stato richiesto di applicare 1 ml al giorno di lozione anticaduta per un periodo complessivo di sei mesi. A intervalli di 1, 3 e 6 mesi sono stati misurati i risultati su entrambi i gruppi prendendo in considerazione il ciclo di vita del follicolo pilifero che si compone di tre importanti fasi: Anagen è il periodo di crescita del capello, Catagen è il periodo in cui smette di allungarsi, infine la fase Telogen corrisponde al periodo in cui il follicolo viene completamente inattivato. Altri aspetti sono stati considerati come il numero totale di capelli, la resistenza alla trazione e il numero dei capelli persi dopo il lavaggio (wash test). I soggetti che hanno partecipato alla sperimentazione sono stati valutati da un dermatologo per gli aspetti relativi a eventuali reazioni locali quali pruriti, bruciori o desquamazioni.
Alla fine del ciclo di trattamento, i risultati sono stati particolarmente positivi: dopo sei mesi di applicazione di Trinov, i capelli in fase Anagen sono aumentati del 5% per i maschi (crescita significativa a partire dai 3 mesi di applicazione) e del 10,3% per le femmine (crescita visibile a partire dal primo mese di applicazione). In parallelo, la percentuale dei capelli in fase Telogen è stata del -5% per i soggetti di sesso maschile e del -10% per quelli di sesso femminile. In merito, inoltre, al wash test, lo studio ha misurato una diminuzione della perdita dei capelli pari al 37,9% per gli uomini e del 33,4% delle donne.
Alla luce dei parametri analizzati, il giudizio soggettivo dei volontari coinvolti è stato più che positivo: l’87% degli uomini e il 76% delle donne hanno confermato che la lozione anticaduta ha corrisposto alle loro aspettative confermando così la reale efficacia di Trinov dopo sei mesi di applicazione.

08/04/2019 09:32:00 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Le rosse si mantengono giovani più a lungo

  • Il gene che regola la particolare pigmentazione dona anche maggior longevità
    (Continua)




Scoperto il gene per la ricrescita dei capelli





Capelli, le tendenze per la bella stagione

  • Le nuove proposte per le acconciature primavera-estate
    (Continua)




Covid, a rischio anche i capelli

  • Un terzo dei pazienti subisce una significativa perdita di capelli
    (Continua)




I vostri capelli conciati per le feste!





Un nuovo gene della calvizie





Perché la chemio fa cadere i capelli





Nuova cura contro la calvizie





Chemioterapia, un casco per non perdere i capelli





E se le patatine fritte curassero la calvizie?

  • Studio giapponese segnala l’effetto di una componente chimica
    (Continua)




Capelli, le tendenze del 2019





Il look giusto per Halloween

  • Le acconciature “da paura” per la notte del terrore
    (Continua)




La calvizie si cura con l’uovo

  • Nel tuorlo c’è una sostanza in grado di contrastare l’alopecia
    (Continua)




Le acconciature per l'estate





Capelli bianchi, ecco perché

  • Studio rivela un nesso con il funzionamento del sistema immunitario
    (Continua)




Calvizie sconfitta da un farmaco contro l’osteoporosi

  • Effetto collaterale positivo della molecola WAY-316606
    (Continua)




La calvizie è frenata dall’autofagia

  • Scoperto meccanismo che consente ai capelli di resistere
    (Continua)




Microbioma cutaneo e del cuoio capelluto





Calvizie, dal Prp alla Terapia Cellulare