Meno calorie per muscoli migliori

La restrizione calorica sembra migliorare il funzionamento dei muscoli

Messi a dieta, i muscoli funzionano meglio. È questa in sintesi la conclusione di uno studio del National Institute of Aging pubblicato su Aging Cell. Una riduzione del 12% dell'apporto calorico ha l'effetto di produrre cambiamenti benefici nell'organismo, inducendo fra le altre cose un miglioramento nella funzionalità muscolare.
Nel corso della sperimentazione, 90 persone sono state sottoposte per 2 anni a una riduzione di circa il 12% dell'apporto calorico, il che ha prodotto una perdita di peso del 10,4%, un miglioramento del profilo cardiometabolico e della salute cardiovascolare.
"Una riduzione del 12% è molto modesta", ha detto in una nota il coordinatore dello studio Luigi Ferrucci. "È fattibile e può fare una grande differenza nella salute".
L'aspetto sorprendente è stato l'effetto positivo sui muscoli. Come era lecito attendersi, si è manifestata una leggera riduzione della massa muscolare, ma a questa non è corrisposto un calo della forza, il che dimostra che i muscoli hanno cominciato a lavorare in maniera più efficiente.
Alcuni test molecolari hanno dimostrato che nell'uomo si sono attivati gli stessi meccanismi genetici responsabili negli animali dei benefici della restrizione calorica, soprattutto per quanto riguarda alcuni geni coinvolti nella produzione di energia e nel controllo dell'infiammazione.
"Poiché l'infiammazione e l'invecchiamento sono fortemente correlati, la restrizione calorica rappresenta un approccio potente per prevenire lo stato pro-infiammatorio sviluppato da molte persone anziane", ha aggiunto Ferrucci.

17/10/2023 09:28:26 Andrea Sperelli


Notizie correlate