I cibi ricchi di potassio riducono la pressione

Il potassio limita l'assorbimento di sale nell'organismo

Anche se eccediamo nel consumo di sale, il potassio potrebbe darci una mano a ristabilire il giusto equilibrio nell'organismo e a prevenire i disturbi legati all'ipertensione.
A suggerirlo è uno studio dell'Amsterdam University Medical Centers pubblicato su European Heart Journal da Liffert Vogt e dai suoi colleghi. Il consumo di banane, avocado, salmone, legumi secchi e cereali integrali offre un buon quantitativo di potassio all'organismo, consentendo di controbilanciare gli eccessi di sodio.
"I consigli si sono concentrati sulla limitazione dell'assunzione di sale, ma questo è difficile da ottenere quando le nostre diete includono alimenti trasformati. Il potassio aiuta il corpo a espellere più sodio nelle urine. Nel nostro studio, il potassio nella dieta è stato collegato ai maggiori guadagni di salute nelle donne", spiega Vogt.
Lo studio ha preso in esame i dati relativi a quasi 25.000 persone che avevano partecipato allo studio Epic-Norfolk, che fra il 1993 e il 1997 aveva reclutato soggetti dai 40 ai 79 anni, con età media di poco inferiore ai 60.
Le persone hanno compilato un questionario sulle loro abitudini di vita, è stata misurata la pressione sanguigna e raccolto un campione di urina. Per stimare l'assunzione con la dieta sono stati utilizzati i valori di sodio e potassio nelle urine.
I partecipanti sono stati divisi in terzili in base all'assunzione di sodio (basso/medio/alto) e di potassio (basso/medio/alto).
È stata analizzata l'associazione fra assunzione di potassio e pressione sanguigna dopo aver aggiustato i dati per età, sesso e assunzione di sodio. Il consumo di potassio è risultato associato ai valori pressori nelle donne. Nella fattispecie, più sale l'assunzione più tende a calare la pressione. Ogni grammo di aumento giornaliero di potassio era legato a una riduzione della pressione sistolica pari a 2,4 millimetri di mercurio. La stessa associazione però non è emersa fra gli uomini.
Analizzando l'associazione tra assunzione di potassio ed eventi cardiovascolari, chi assumeva maggior quantità di potassio aveva un rischio di eventi cardiovascolari inferiore del 13% rispetto a chi ne consumava meno.
Le riduzioni del rischio per uomini e donne sono state rispettivamente del 7 e dell'11%. Il consumo di sale non sembra aver interagito nella relazione fra potassio ed eventi cardiovascolari in uomini e donne. Sembra quindi che il potassio riesca a proteggere a prescindere da quanto sale viene consumato.
"I risultati suggeriscono che il potassio aiuta a preservare la salute del cuore, ma che le donne ne traggono maggiori benefici rispetto agli uomini. La relazione tra potassio ed eventi cardiovascolari era la stessa indipendentemente dall'assunzione di sale, suggerendo che il potassio ha altri modi per proteggere il cuore oltre ad aumentare l'escrezione di sodio".

25/07/2022 14:11:11


Notizie correlate