Oltre l'handicap: uomo paralizzato mangia da solo

Un'interfaccia uomo-macchina gli consente di tagliare il cibo

Grazie a una nuova interfaccia sviluppata da ricercatori della Johns Hopkins University, un uomo paralizzato di 49 anni è riuscito a mangiare da solo. Il risultato è stato possibile grazie a dei bracci robotici collegati attraverso un'interfaccia cervello-macchina, che hanno consentito all'uomo di tagliare il cibo e portarlo alla bocca.
“Abbiamo implementato una strategia collaborativa di controllo condiviso per manipolare e coordinare due arti protesici modulari”, si legge nello studio dell'Università. Per i ricercatori “potrebbe avere il dessert entro 90 secondi”.
L'interfaccia è composta da microelettrodi collegati al cervello. Il macchinario “ha fornito comandi a entrambi i Modular Prosthetic Limbs, gli arti protesici modulari, per eseguire un'attività che includeva il taglio. I comandi motori sono stati decodificati da segnali neurali bilaterali”.
Il sistema di controllo condiviso riduce al minimo la quantità di input mentale richiesto per completare l'attività. Ora gli scienziati vogliono aggiungere alla tecnologia un feedback sensoriale, e sperano di riuscire a migliorare la precisione e l'efficienza.
I bracci robotici sono, secondo gli esperti, la soluzione ideale per le persone con disabilità, perché consentono loro di recuperare almeno in parte l'indipendenza perduta e di ripristinare i movimenti complessi.

04/07/2022 14:15:55 Andrea Sperelli


Notizie correlate