Estate e alimentazione, 5 consigli

Suggerimenti utili per tutti i genitori

Le temperature si stanno alzando, mentre l'appetito si riduce sempre più. L'arrivo della bella stagione ci permette di pensare alle vacanze estive, ma allo stesso tempo è necessario dedicarsi al nostro benessere alimentare per contrastare gli errori che spesso si commettono a tavola e la disidratazione, soprattutto per i più piccoli della famiglia.
Manuela Laurenza, biologa nutrizionista di Parentsmile, ci spiega quali sono le buone abitudini da tener presente a tavola durante il periodo estivo.
“L'estate ormai bussa alla porta tenacemente e coloro che più risentono delle temperature della bella stagione sono i bambini che tendono a sentire meno il senso della fame. Differenti studi attestano che circa 7 bambini su 10 in estate presentano inappetenza. Non c'è da preoccuparsi, anzi è naturale. Il corpo di un bambino è una macchina talmente efficace e performante da comprendere le sue reali esigenze”, spiega Manuela.
L'importante è preferire cibi freschi, genuini e altamente digeribili senza dimenticare di assumere il corretto apporto di acqua giornaliero, specie se si è in spiaggia. L'ideale è portare sempre con sé una bottiglietta d'acqua, preferibilmente a temperatura ambiente o fresca e non troppo fredda.
Sotto l'ombrellone è meglio consumare piatti unici, freddi e pratici. Via libera a insalate di pasta e di riso, cous cous o altri cereali - meglio di natura integrale - da associare a una buona fonte proteica di carne o preferibilmente di pesce e verdura cruda fresca di stagione. Una buona fonte proteica da aggiungere alle insalate è sicuramente del pesce, anche in scatola (tonno, salmone, sgombro), dell'affettato magro (bresaola, prosciutto crudo e cotto senza conservanti, fesa di pollo), dei formaggi magri come primo sale, fiocchi di latte o anche del formaggio greco, tipo feta, o uova. Evitare ulteriori salse per il condimento, l'olio evo dà il giusto apporto di acidi grassi insaturi, benefici per il nostro organismo.
La ricetta consigliata dalla nutrizionista: salsa semplicissima fatta solo con yogurt bianco, olio evo, sale ed erba cipollina. Un buon sostituto delle salse più caloriche che contribuiscono ad appesantire la digestione.
Una ricarica di freschezza e vitamine con spremute di frutta fatte in casa o succhi di frutta senza zuccheri aggiunti sono l'ideale dal punto di vista nutrizionale. E se non ama la frutta si può proporre verdura fresca e di stagione come carote e cetrioli tagliate a listarelle.
Altre idee per merenda fuori casa o in spiaggia: frutta fresca e secca (es.: albicocche e mandorle/nocciole/anacardi/pistacchi al naturale), yogurt da bere/yogurt bianco + frutta fresca/succo di frutta senza zuccheri aggiunti + monoporzione di parmigiano/spiedini di frutta e bocconcini di mozzarella.
“Fondamentale è non abbandonare le passeggiate fuori o l'attività fisica durante l'estate, ma bisogna stare attenti all'afa estiva”, spiega la nutrizionista.
Consigliato per i più grandi non allenarsi nelle giornate più calde o con umidità superiore al 80% e approfittare delle ore più fresche della prima mattina. Inoltre è necessario scegliere tessuti traspiranti e iniziare a idratarsi almeno mezz'ora prima dell'allenamento. Per i più piccoli, invece, si consiglia di non uscire per una passeggiata o per andare al parco nelle ore più calde e se si è in spiaggia l'ideale è godere dell'ombra dell'ombrellone. Con i bambini, infatti, bisogna prestare maggiore attenzione evitando la spiaggia nelle ore più calde e usando una buona protezione solare accompagnata da bandana o cappellino.
“Sfatiamo un mito: il gelato alla frutta non è più dietetico, anzi spesso è ricavato da puree di frutta ad alta concentrazione di zuccheri e non è privo di latte. Quindi ben venga un buon gelato al cioccolato o altra crema! Si può giocare con le quantità, magari preferire una coppetta o un cono più piccolo”, aggiunge l'esperta.
Un gelato è, dunque, da preferire come spuntino e non come sostituto di un pasto, perché ricco in carboidrati e grassi e poco bilanciato. La scelta del gusto può dipendere solo ed esclusivamente dalla preferenza personale.

15/06/2022 14:15:13 Andrea Sperelli


Notizie correlate