Lo smartphone ci dirà se siamo fertili

Un team americano realizza un test per una diagnosi tecnologica

A breve l'infertilità maschile potrà essere scoperta grazie a un semplice smartphone. È ciò che prefigura uno studio del Brigham and Women's Hospital e del Massachusetts General Hospital di Boston pubblicato su Science Translational Medicine.
I ricercatori hanno sviluppato un test diagnostico in grado di essere utilizzato direttamente dall'uomo interessato a conoscere la propria condizione riproduttiva attraverso un'app presente sul telefono.
Gli scienziati americani hanno realizzato un analizzatore che consiste in un lettore ottico collegato a uno smartphone e a un dispositivo monouso, sul quale viene applicato il campione di sperma.
Un microchip usa e getta, con una punta capillare e un bulbo di gomma, è stato utilizzato per la manipolazione del liquido seminale.
Il test è stato sperimentato su 350 uomini, rivelando una precisione del 98 per cento nella capacità di rilevazione di campioni di sperma anomali in base alla soglia di concentrazione degli spermatozoi.
«L’obiettivo era mettere a punto un test che rendesse più semplice per l’uomo scoprire la propria infertilità», afferma Hadi Shafiee, ricercatore della divisione di ingegneria medica del Brigham and Women's Hospital e primo autore della pubblicazione. «La situazione attuale, che li obbliga a raccogliere lo sperma nella stanza di un ospedale, in una situazione psicologicamente non facile e in un contesto che può risultare imbarazzante, è una delle cause del ritardo diagnostico. Sviluppando un test a basso costo, in grado di garantire una risposta altamente specifica nel giro di pochi minuti, puntiamo a garantire un più tempestivo accesso alle cure già disponibili per l’infertilità».

27/03/2017 10:39:17 Andrea Sperelli

Notizie correlate

La salute è sempre più social





Organi con stampa 3D per terapie personalizzate

  • Al via sperimentazione per la creazione di organi modello
    (Continua)




Nuova tecnologia per rivoluzionare la diagnostica





Un’app per il Deficit di Glut1





Un avatar cura schizofrenia e depressione

  • Alter ego virtuale come cardine di terapie innovative
    (Continua)




Il futuro della diagnosi è tascabile





L’ecografia è sempre più smart

  • In sperimentazione dispositivo che trasforma lo smartphone in ecografo
    (Continua)




Anche i muscoli sono stampati in 3D

  • Team americano realizza i muscoli per i robot del futuro
    (Continua)




Un’app che valuta l’impatto della glicemia





Lo smartphone ci dirà se siamo fertili

  • Un team americano realizza un test per una diagnosi tecnologica
    (Continua)




AtomNet, l'intelligenza artificiale crea farmaci

  • Nuovi medicinali messi a punto da reti neurali convoluzionali
    (Continua)




E-Health, tra bufale e verità

  • Il primo decalogo che aiuta cittadini a difendersi dalle insidie della rete
    (Continua)




Lo smartphone ci dice come sta il cuore

  • Monitoraggio continuo delle informazioni sulla salute cardiaca
    (Continua)




L'ibernazione compie 50 anni

  • Migliaia di persone in attesa di accedere al servizio
    (Continua)




Diagnosticare l'Hiv con una chiavetta Usb





Sito web dell'anno, Italiasalute è candidato





Malattie del cuore, un'app per l'uso corretto dell'aspirina

  • La tecnologia può aiutare a capire chi beneficia maggiormente del farmaco
    (Continua)




Nasce l'era della cybertherapy

  • È italiana la prima struttura al mondo a dotarsi della tecnologia “Cave”
    (Continua)




Nuovo robot per interventi al cervello

  • Sonda robotica di nuova generazione per operazioni delicate
    (Continua)