Lo smartphone ci dirà se siamo fertili

Un team americano realizza un test per una diagnosi tecnologica

A breve l'infertilità maschile potrà essere scoperta grazie a un semplice smartphone. È ciò che prefigura uno studio del Brigham and Women's Hospital e del Massachusetts General Hospital di Boston pubblicato su Science Translational Medicine.
I ricercatori hanno sviluppato un test diagnostico in grado di essere utilizzato direttamente dall'uomo interessato a conoscere la propria condizione riproduttiva attraverso un'app presente sul telefono.
Gli scienziati americani hanno realizzato un analizzatore che consiste in un lettore ottico collegato a uno smartphone e a un dispositivo monouso, sul quale viene applicato il campione di sperma.
Un microchip usa e getta, con una punta capillare e un bulbo di gomma, è stato utilizzato per la manipolazione del liquido seminale.
Il test è stato sperimentato su 350 uomini, rivelando una precisione del 98 per cento nella capacità di rilevazione di campioni di sperma anomali in base alla soglia di concentrazione degli spermatozoi.
«L'obiettivo era mettere a punto un test che rendesse più semplice per l'uomo scoprire la propria infertilità», afferma Hadi Shafiee, ricercatore della divisione di ingegneria medica del Brigham and Women's Hospital e primo autore della pubblicazione. «La situazione attuale, che li obbliga a raccogliere lo sperma nella stanza di un ospedale, in una situazione psicologicamente non facile e in un contesto che può risultare imbarazzante, è una delle cause del ritardo diagnostico. Sviluppando un test a basso costo, in grado di garantire una risposta altamente specifica nel giro di pochi minuti, puntiamo a garantire un più tempestivo accesso alle cure già disponibili per l'infertilità».

27/03/2017 10:39:17 Andrea Sperelli


Notizie correlate