Balbuzie, cause da ricercarsi nell'afflusso di sangue

Volumi ridotti di plasma al cervello provocano il disturbo

Pare che alla base della balbuzie non ci sia un problema genetico, ma una questione ¬ęmeccanica¬Ľ, ovvero la riduzione dell'afflusso di sangue alle regioni del cervello preposte all'elaborazione del linguaggio.
A elaborare l'ipotesi è uno studio del Children's Hospital di Chicago pubblicato su Human Brain Mapping. L'area del cervello interessata sarebbe quella di Broca della corteccia frontale, dove nascono le frasi, e il lobo posteriore, dove vengono rielaborate le parole pronunciate dagli altri.
I ricercatori hanno monitorato il flusso sanguigno di particolari regioni del cervello servendosi della spettroscopia protonica.
Il team diretto da Bradley Peterson ha valutato cos√¨ l'attivit√† neuronale, arrivando a ¬ęrisultati decisamente sorprendenti che aprono una nuova finestra sul cervello¬Ľ.
Finora si era pensato che l'origine della balbuzie fosse genetica o legata a dinamiche psicologiche.
In tutto il mondo si registrano circa 70 milioni di persone affette da balbuzie, disturbo molto pi√Ļ comune fra gli uomini, che hanno 4 volte pi√Ļ probabilit√† di soffrirne. Il trattamento √® di norma legato a una terapia del linguaggio, ma la nuova scoperta potrebbe aprire la strada a un nuovo approccio terapeutico.

31/01/2017 10:35:26 Andrea Piccoli


Notizie correlate