Come evitare insonnia e stress durante le feste

Le 7 cose da evitare per riposare bene ed evitare l'insonnia

Da momento di condivisione e di festa con le persone care a evento stressante. Le feste natalizie rischiano di produrre più danni di quanti benefici promettano. A confermarlo è il neurologo Paolo Maria Rossini, direttore dell'Istituto di neurologia del Policlinico Gemelli di Roma ed esperto di disturbi del sonno, che intervistato dall'Adnkronos spiega: “Siamo riusciti a trasformare una pausa di riflessione e riscoperta degli affetti in una performance con scadenze, affanni, impegni moltiplicati. Il risultato è che il nostro cervello lavora in continuazione, e 7 'trappole' del sonno insidiano la quantità e la qualità del nostro riposo. Il sonno - sottolinea Rossini - è un meccanismo sofisticatissimo e delicato, che si articola in una serie di fasi, inclusa quella del sogno. Se la quantità e la qualità del sonno sono corrette, ci sveglieremo riposati. Ma non basta spegnere la luce per assicurarsi questo risultato: a livello inconscio attuiamo già una serie di misure che si possono definire fase preparatoria e che ci predispongono al sonno. La lettura di un buon libro, un po' di relax sul divano, l'ascolto della musica abbassano il tono muscolare, rilassano e riducono progressivamente la tensione emotiva, per regalarci un sonno di buona qualità".
Tuttavia, 7 aspetti tipici delle feste potrebbero rovinare tutto. Ecco i “nemici” da tenere sotto controllo per riposare bene:
1) Rumori. L'ambiente in cui dormiamo deve essere rilassante, al riparo da luci e rumori forti. Nei giorni di festa, però, si rischia di dover sentire più rumore del solito grazie ai botti, ai tappi di spumante e al vociare di familiari e amici.
2) Temperatura. "La stanza deve essere né troppo calda, né troppo fredda (16-18 gradi). Ed è importante che sotto le coperte si crei un microclima intorno ai 30 gradi, alleato del riposo", spiega il neurologo.
3) Umidità. In caso di aria troppo secca, le mucose soffrono e si rischia il russamento. Fondamentali gli umidificatori appesi ai termosifoni.
4) Abbuffate. "Il buon sonno non gradisce uno stomaco super-pieno, dunque il consiglio dopo i cenoni è quello di aspettare diverse ore prima di mettersi a letto. Se il sangue è impegnato a livello dello stomaco, alle prese con la digestione, non potrà irrorare come si deve il cervello e questo crea problemi di sonno".
5) Alcol. È da evitare quanto più possibile perché il suo effetto rilassante è soltanto un'illusione.
6) Cibi speziati. Da evitare anch'essi perché sono degli stimolanti dagli effetti che persistono per qualche ora.
7) Stress da performance. Non dobbiamo farci travolgere dagli impegni e dalle liste delle cose da fare ad ogni costo. "Durante le feste siamo assillati da impegni e incombenze che sostituiscono quelli del lavoro. E anche i rapporti parentali e amicali rischiano di complicare il nostro stato emotivo. I nodi vengono al pettine nottetempo, e arriva l'insonnia", spiega Rossini. L'ideale è programmare di meno e imparare a godere i veri benefici del Natale, primo fra tutti la possibilità di trascorrere più tempo con i propri figli.

23/12/2015 14:33:40 Andrea Piccoli


Notizie correlate