Dopo la pillola la seconda gravidanza è più dura

Attesa di oltre 18 mesi in media fra una gravidanza e l'altra

Le donne che scelgono la pillola o dispositivi intrauterini come la spirale come sistema contraccettivo dopo la prima gravidanza devono poi attendere in media 18 mesi da quando decidono di avere il secondo figlio. Si tratta di un'attesa significativamente maggiore rispetto ad altri sistemi come il preservativo o gli spermicidi.
A dirlo è una ricerca apparsa sull'American Journal of Obstetrics and Gynecology a firma di ricercatori dell'Università della California di San Francisco. La dott.ssa Heike Thiel de Bocanegra, prima firmataria dello studio, spiega: “l'Organizzazione mondiale della sanità consiglia almeno due anni tra una nascita e quella successiva. Eppure negli Stati Uniti un terzo delle gravidanze consecutive si verifica prima dei 18 mesi dal parto precedente, con un aumento del rischio di prematurità o basso peso alla nascita”.
L'analisi è stata realizzata su un campione di oltre 117mila donne con almeno due figli, incrociando i dati relativi all'uso dei contraccettivi con quelli legati al Registro nascite della California.
“Tutte le partecipanti erano utenti dell’assistenza sanitaria californiana per i meno abbienti, la Medi-Cal, o di provider sanitari che offrono servizi di pianificazione familiare finanziati dallo Stato”, precisa la ricercatrice.
Dai risultati emerge chiaramente che le donne che dopo il primo parto preferivano l'utilizzo di dispositivi intrauterini, di cerotti o della pillola avevano maggiori probabilità di aspettare almeno 18 mesi prima di concepire il secondo bambino rispetto a chi invece utilizzava preservativi o spermicidi.
Il dato è significativo, dal momento che per evitare determinati rischi medici è preferibile attendere almeno un anno e mezzo prima di provare ad avere un altro figlio.
“Non solo per una pianificazione familiare ottimale, ma anche per ridurre i rischi di prematurità o basso peso alla nascita, gli operatori sanitari dovrebbero sapere che il miglior intervallo tra due gravidanze è di 18 mesi o più, incoraggiando le donne dopo il parto a usare in questo periodo contraccettivi efficaci”, spiega Thiel de Bocanegra. “In questo i pediatri possono essere utili, anche chiedendo alla mamma che contraccezione sta usando”.

30/01/2014 14:42:10 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Long Covid, le conseguenze sull’intestino

  • I disturbi gastrointestinali permangono a lungo nei soggetti
    (Continua)




Un gel anticoncezionale che paralizza gli spermatozoi

  • Nuovo metodo si rivela efficace in fase di sperimentazione
    (Continua)




AstraZeneca, le donne che prendono la pillola rischiano?

  • Dubbi alimentati dal fatto che la pillola aumenta di per sé il rischio di trombi
    (Continua)




Gli antibiotici riducono l’effetto della pillola

  • I farmaci aumenterebbero il rischio di gravidanze indesiderate
    (Continua)




La pillola anticoncezionale da prendere una volta al mese

  • Allo studio nuova formulazione che scongiuri le dimenticanze
    (Continua)




Essure pericoloso, ritirato il contraccettivo permanente

  • Dopo l’Europa, anche negli Stati Uniti il dispositivo finisce fuori legge
    (Continua)




I contraccettivi ormonali non aumentano il rischio di cancro

  • Studio smentisce il nesso con l’insorgenza del tumore al seno
    (Continua)




Pillola dei 5 giorni dopo, è boom

  • Aumento record delle vendite dopo la liberalizzazione
    (Continua)




Nuovo anticoncezionale? Un'iniezione da fare agli uomini

  • In sperimentazione una tecnica inedita per evitare gravidanze indesiderate
    (Continua)




Levonorgestrel ed estrogeni, meno rischi per il cuore

  • Sono i contraccettivi più sicuri a livello cardiovascolare
    (Continua)




Un anello vaginale protegge le donne dall'Hiv

  • Il dispositivo contiene la dapivirina, antivirale che blocca l'infezione
    (Continua)




Meno gravidanze indesiderate grazie a pillola sottocutanea

  • Fondamentale anche la formazione degli operatori sanitari
    (Continua)




Rischio coaguli per la pillola di terza generazione

  • Pillole a base di drospirenone più pericolose delle altre
    (Continua)




La contraccezione nelle donne con diabete





Il contraccettivo si fa digitale





Più informazione sulla contraccezione





Zyxelle, la pillola per la pillola

  • Un integratore per favorire l’utilizzo in Italia della pillola anticoncezionale
    (Continua)




L'iperico rende meno efficaci gli anticoncezionali

  • Aumentano le possibilità di gravidanza con un'assunzione associata
    (Continua)




Dopo la pillola la seconda gravidanza è più dura

  • Attesa di oltre 18 mesi in media fra una gravidanza e l'altra
    (Continua)