BOOP, la finta polmonite

Quando gli antibiotici non servono per curare i polmoni

Niente ├Ę come sembra. A volte sintomi riconducibili alla polmonite - tosse persistente, febbre, spossatezza - potrebbero nascondere un'altra patologia, meno insidiosa ma pi├╣ difficile da diagnosticare e dal nome apparentemente inquietante: bronchiolite obliterante con polmonite organizzata (BOOP) o anche polmonite criptogenica organizzata (COP).
Ci├▓ che viene spesso scambiato per polmonite anche sulla base di esami obiettivi ├Ę in realt├á il frutto di una risposta riparativa del polmone a un agente aggredente come un virus, fumi tossici o anche un farmaco. Data questa premessa, la patologia non pu├▓ essere curata con gli antibiotici, ma pu├▓ evolvere positivamente in maniera autonoma dopo alcune recidive e un andamento altalenante.
Alcune persone sono pi├╣ soggette di altre all'insorgenza di questa strana polmonite-non polmonite, in particolare chi ├Ę reduce da malattie tumorali o chi assume determinati farmaci, ad esempio le statine per il controllo del colesterolo.
Come avviene la diagnosi? Attraverso una TAC e una broncoscopia, grazie alla tecnica del broncolavaggio, un esame che consente l'analisi di cellule presenti nel polmone. La broncoscopia, per fortuna, ├Ę un esame non invasivo che viene effettuato in sede ambulatoriale con una leggera sedazione e della durata di pochi minuti.
Una volta stabilita l'esistenza della patologia, la terapia ├Ę a base di cortisone, che consente un miglioramento immediato dei sintomi e che va proseguita per alcuni mesi. La percentuale di pazienti che presenta recidive dopo la sospensione del cortisone ├Ę molto bassa. In questi casi, il trattamento viene ripreso, controllando in maniera assidua che il cortisone non produca gli effetti collaterali ben noti, ovvero innalzamento dei livelli di glicemia, osteoporosi, aumento di peso. In alcuni casi, va anche esclusa la compresenza di altre malattie, ad esempio di natura reumatologica, di cui la BOOP potrebbe costituire solo un segnale.

19/12/2018 17:30:00 Andrea Piccoli


Notizie correlate