Il grasso è veloce

Solo tre ore per accumulare il grasso in eccesso

Diete_10358C.jpg
Keywords | grasso, cellule, tessuto,

Non è una sensazione di gonfiore quella che avvertite la sera dopo aver consumato un pranzo luculliano, è grasso nuovo di zecca. Una ricerca della Oxford University realizzata da un team guidato da Fredrik Karpe ha evidenziato il fatto che il grasso contenuto nei cibi che mangiamo finisce sulla pancia e in altri punti strategici nel giro di tre ore.
Il meccanismo di assorbimento dei grassi era già noto, ma questa ricerca svela una tempistica del tutto inattesa. Nel corso della sperimentazione, un gruppo di volontari ha ingurgitato del grasso precedentemente trattato dai ricercatori in modo tale da renderlo facilmente riconoscibile una volta all'interno dell'organismo. Gli studiosi hanno così scoperto che è sufficiente un'ora affinché ciò che si mangia venga “sezionato” nello stomaco ed entri nel flusso sanguigno sotto forma di minuscole goccioline, che si spandono in tutto il corpo per essere utilizzate o conservate. "Il processo è molto veloce – spiega il dott. Karpe -. Le cellule nel tessuto adiposo intorno alla vita catturano le goccioline di grasso e le incorporano per la conservazione".
Tuttavia, non tutto il grasso fa la stessa fine. Mentre quello assorbito durante la prima colazione tende a trasformarsi in tessuto adiposo solo in piccole quantità, quello assunto durante la cena va in quella direzione per il 50 per cento, a causa dei cambiamenti ormonali naturali che si verificano durante la giornata. Si tratta in ogni caso di una riserva temporanea, utilizzata dal corpo per nutrire i muscoli. Naturalmente quando mangiamo troppo e non ci muoviamo in maniera proporzionale, il deposito si trasforma in definitivo e il peso comincerà a salire inesorabilmente.
Domanda al medico specialista gratis

Andrea Piccoli
15/05/2012



Condividi la notizia Invia ad un amico Condividi la notizia su Facebook Tieniti aggiornato tramite RSS Pubblica su Twitter Salva su OKNO
Più lette

I segni che indicano la morte imminente in oncologia  71176
Studio evidenzia la comparsa di segni fisici nei malati di cancro

Dagli States arriva il Woga  64459
Yoga in acqua per rilassarsi

L'odore del cancro alla vescica  59660
Dispositivo riesce a segnalare la presenza della neoplasia

Ogni malattia ha il suo odore  58672
Alito, sudore e urine indicano la presenza o meno di patologie

Melanoma, i nei su mani e piedi non sono così preoccupanti  58434
Non necessari monitoraggi intensivi e asportazioni chirurgiche

Come superare la depressione post separazione  58377
La fine di un matrimonio, una sofferenza sottovalutata

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.