ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 11 a 20 DI 100

14/05/2024 10:56:00 Invecchiare con livelli troppo bassi rende gli uomini più fragili

Poco testosterone aumenta il rischio di morte
Per gli uomini è importante mantenere un buon livello di testosterone nel sangue per invecchiare bene e non far salire il rischio di morte precoce. È quanto emerge da uno studio dell’Università dell’Australia Occidentale pubblicato su Annals of Internal Medicine.
Si tratta di una metanalisi che ha preso in considerazione 11 studi su oltre 24.000 partecipanti per chiarire il legame fra ormoni sessuali, mortalità e malattie cardiovascolari negli uomini in età avanzata.
Dall’analisi si ... (Continua)

13/05/2024 12:53:00 Monitorarla aiuta a prolungare la longevità

La proteina Klotho per capire l’invecchiamento
Nel 1997 il ricercatore giapponese Makoto Kuro-o scoprì una proteina fondamentale nei processi legati all’invecchiamento e alla longevità. Si tratta della proteina Klotho, chiamata così in onore di una delle tre parche figlie di Zeus, quella che filava l’ordito della vita.
I primi studi sui topi hanno confermato l’importanza della proteina: una variante consanguinea di topi priva della proteina ha mostrato un invecchiamento accelerato e una vita più corta, caratterizzata da malattie ... (Continua)

13/05/2024 11:31:00 Due bambini con mutazioni del gene otoferlina ritornano a sentire

La terapia genica fa recuperare l’udito
Un “risveglio dell’udito”. Così ha chiamato Jonathon Whitton, direttore esecutivo e responsabile del programma globale uditivo di Regeneron, l’effetto della terapia genica Db-Oto, sviluppata dall’azienda per i pazienti con perdita profonda dell’udito a causa di mutazioni del gene otoferlina, La terapia è attualmente in una sperimentazione di fase 1/2 chiamata Chord ed è stata somministrata ai primi due bambini. I dati preliminari sono stati presentati in occasione dell’American Society of Gene ... (Continua)

13/05/2024 09:34:00 L’analisi ha una sensibilità molto alta

Test salivare e IA per l’endometriosi
Un test salivare basato sulla rilevazione di micro-Rna e sull’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale si è rivelato molto efficace nella diagnosi dell’endometriosi. Uno studio pubblicato su The New England Journal of Medicine evidenzia un’efficacia vicina al 96%.
I ricercatori hanno condotto uno studio clinico su 200 pazienti fra i 18 e i 43 anni che avevano già ricevuto una diagnosi di endometriosi. I test salivari effettuati hanno identificato con buona precisione i micro-RNA biomarcatori ... (Continua)

10/05/2024 10:20:00 L’intervento sembra promettente anche se il campione è piccolo

L'elettrostimolazione al cervello in caso di ictus
Un nuovo possibile intervento in caso di ictus ischemico viene proposto da uno studio appena pubblicato su Jama Network Open. Si tratta di un tipo di stimolazione elettrica al cervello.
«Il nostro studio è il primo a testare sugli esseri umani la fattibilità dell'utilizzo della stimolazione catodica transcranica a corrente continua ad alta definizione (HD C-tDCS) per trattare l'ictus ischemico acuto, che rappresenta circa l'85% di tutti gli ictus», afferma Mersedeh Bahr-Hosseini dell'UCLA ... (Continua)

10/05/2024 09:43:52 Quantificabile anche il pericolo di infarto

Una proteina predice il rischio di cancro negli anziani
Una ricerca congiunta condotta da Sapienza Università di Roma in collaborazione con I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli, Mediterranea Cardiocentro di Napoli e Università LUM di Casamassima, ha messo in luce un'associazione significativa tra ipoalbuminemia (bassi livelli di albumina nel sangue) e un aumento del rischio di mortalità per malattie vascolari e cancro in individui anziani.
La ricerca, condotta sulla base dei dati raccolti dallo studio epidemiologico Moli-sani e pubblicata sulla ... (Continua)

10/05/2024 Gli effetti dannosi del sucralosio

I dolcificanti danneggiano il Dna
Uno studio di ricercatori della North Carolina State University e della University of North Carolina a Chapel Hill mostra gli effetti negativi sull’organismo del dolcificante sucralosio.
Lo studio, pubblicato sul Journal of Toxicology and Environmental Health – Part B: Critical Reviews, dimostra che il sucralosio produce durante la digestione il metabolita acetato di sucralosio-6, una sostanza genotossica che danneggia le catene di Dna. La sostanza si trova anche nel dolcificante stesso, ... (Continua)

09/05/2024 21:01:50 Zecche, pulci e vermi sono i più comuni parassiti del gatto

Parassiti nei gatti: come riconoscerli e combattarli
Avere un animale domestico comporta un’immensa dose di gioia giornaliera e arricchisce inevitabilmente la vita di sentimenti e sensazioni positive. I nostri amici a quattro zampe, tuttavia, portano con sé anche molte preoccupazioni, che spesso derivano da un problema fin troppo comune: i parassiti. I gatti, nello specifico, sono animali che tendono a gironzolare molto spesso fuori dall’abitazione, motivo per il quale tendono a generare più apprensione rispetto ad altre specie.

Questo ... (Continua)

09/05/2024 17:47:00 Risultati migliori nei test mnemonici negli over 60

Gli effetti degli integratori su memoria e declino cognitivo
Uno studio di ricercatori del Brigham and Women’s Hospital di Boston mostra gli effetti degli integratori multivitaminici per il contrasto del declino cognitivo e della perdita di memoria.
Nel COcoa Supplement and Multivitamin Outcomes Study (COSMOS), i ricercatori del Brigham and Women's Hospital hanno condotto due studi clinici separati (COSMOS-Web e COSMOS-Mind), per testare l'integrazione multivitaminica sui cambiamenti nella funzione cognitiva.
Pubblicato su The American Journal of ... (Continua)

09/05/2024 16:40:00 I sintomi per riconoscerle e i consigli per prevenirle

I segnali che indicano le apnee ostruttive del sonno
Fra i segnali che annunciano la presenza di apnee ostruttive del sonno ci sono stanchezza, mal di testa mattutino e gola secca al risveglio, oltre ovviamente al russamento.
Le apnee ostruttive sono pericolose perché oltre a pregiudicare la qualità del sonno rappresentano una minaccia all’apparato cardiovascolare. Per apnea si intende una pausa nella respirazione di almeno 10 secondi. Nel corso di una nottata, un soggetto affetto dalla sindrome ha almeno 5 pause respiratorie ogni ora. Si ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale