ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 1 a 10 DI 100

20/02/2024 11:10:00 Effetto positivo dopo la nefrectomia

Tumore del rene, l’immunoterapia riduce il rischio di morte
Dopo l’intervento chirurgico, l’immunoterapia in fase adiuvante ha la capacità di ridurre del 38% il rischio di morte nei pazienti colpiti da carcinoma a cellule renali. A dimostrarlo è uno studio di fase 3 in cui pembrolizumab è stato utilizzato come terapia adiuvante.
I dati sono emersi da una presentazione avvenuta nel corso dell’American Society of Clinical Oncology Genitourinary Cancers Symposium 2024. Alla terza analisi ad interim predefinita (follow-up mediano di 57,2 mesi), ... (Continua)

19/02/2024 11:20:00 Prima volta al mondo per questo tipo di intervento

Microbiota e fegato, doppio trapianto per salvare un uomo
Per la prima volta al mondo una strategia di trapianto sequenziale, prima di microbiota fecale e poi di fegato, ha consentito di salvare la vita a un uomo di 56 anni, affetto dalla nascita da malattia policistica con interessamento epatico e renale.
Una maratona lunga 120 giorni, gestita dai medici dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, in collaborazione con i colleghi della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma.
Nell'agosto scorso il ... (Continua)

19/02/2024 11:00:00 Anche se il peso corporeo non cambia

Lo sport fa dimagrire il fegato
Fare sport conviene alla salute e fa dimagrire, anche se il peso rimane uguale. Una ricerca pubblicata su Metabolism, infatti, dimostra che l’esercizio fisico aerobico riesce a migliorare le condizioni del fegato grasso, la malattia epatica più diffusa al mondo.
Anche se il peso corporeo rimane lo stesso, lo sport agisce sui mitocondri riducendo gli accumuli di grasso nel fegato. Anna Ludovica Fracanzani, docente di Medicina interna all’Università degli Studi di Milano, commenta al Corriere ... (Continua)

16/02/2024 11:40:00 L’abitudine di aggiungerne a tavola è deleteria

Il sale aumenta il rischio di malattie renali
Mai aggiungere sale sulle pietanze a tavola, pena l’aumento del rischio di malattie renali. A dirlo è uno studio pubblicato su Jama Network Open da un team britannico che ha preso in esame oltre 460.000 persone, nessuna delle quali soffriva di una malattia renale all’inizio della ricerca.
Suddivisi in più gruppi a seconda dell’aggiunta di sale ai cibi, i partecipanti sono stati seguiti in media per 12 anni. È così emerso che chi consumava più sale aveva anche un rischio aumentato del 29 per ... (Continua)

16/02/2024 10:40:00 Registrato un caso negli Stati Uniti

Torna la peste bubbonica
Non può più essere definita peste nera, ma si tratta della stessa malattia. Negli Stati Uniti, un uomo è stato infettato dal batterio Yersinia pestis, proprio quello che 7 secoli fa provocò un disastro demografico di proporzioni inaudite in Europa, uccidendo più di un terzo dei suoi abitanti.
Ora la malattia fa certamente meno paura grazie agli antibiotici, ma è sempre bene tenere alta la guardia. L’uomo è stato infettato dal suo gatto, che ha probabilmente portato a casa le pulci infette ... (Continua)

15/02/2024 16:30:00 Puntano ad abbreviare i tempi della diagnosi

Alzheimer, prime linee guida europee
Facilitare la diagnosi dei disturbi cognitivi e dell’Alzheimer. È questo l’obiettivo delle prime raccomandazioni intersocietarie europee realizzate dagli esperti delle maggiori società scientifiche del settore e pubblicate su The Lancet Neurology. Il documento aiuterà i clinici ad arrivare prima e meglio a dare un nome al problema di chi manifesta i primi segni di un deterioramento cognitivo, riconoscendo se si tratti di Alzheimer, come avviene in un caso su due, o di un’altra forma di ... (Continua)

15/02/2024 15:40:00 Sintomi e modalità di trasmissione della nuova infezione

Cos’è il vaiolo dell’Alaska
Dopo quello delle scimmie, una nuova forma di vaiolo si sta diffondendo. Il virus Alaskapox è stato scoperto nel 2015 e ora è stata accertata la prima vittima, un uomo che viveva in un’area boschiva e con un sistema immunitario indebolito da un cancro.
Secondo gli esperti, nella maggior parte dei casi il vaiolo dell’Alaska causa una malattia lieve. Inoltre, le infezioni sugli esseri umani sono rare. Il virus appartiene alla stessa famiglia di Variola, il virus del vaiolo ormai eradicato, e ... (Continua)

15/02/2024 12:35:00 Il regime alimentare può portare alla remissione

Una dieta per la malattia di Crohn
Una semplice dieta, che esclude in modo rigoroso alcuni alimenti, può portare alla remissione della malattia di Crohn, una grave patologia infiammatoria che interessa l’intestino tenue e il colon e che sempre più spesso fa la sua comparsa in età pediatrica.
È quanto ha sperimentato con successo la Gastroenterologia pediatrica dell’AOU Meyer Irccs guidata dal professor Paolo Lionetti. Il regime alimentare è stato consigliato fino ad ora a più di 60 piccoli pazienti. In questa casistica nel ... (Continua)

15/02/2024 12:00:00 Approvato l’utilizzo di omaveloxolone

Prima terapia per l’atassia di Friedreich
È stato autorizzato l’utilizzo di omaveloxolone per il trattamento dell’Atassia di Friedreich (FA) negli adulti e negli adolescenti di età pari o superiore a 16 anni. Omaveloxolone è il primo trattamento approvato nell’Unione europea per questa rara malattia genetica, neurodegenerativa e progressiva.
“Negli anni di pratica clinica ho potuto osservare l’impatto devastante che l’Atassia di Friedreich ha sulle persone che ne sono colpite e sulle loro famiglie”, ha affermato la dott.ssa Sylvia ... (Continua)

15/02/2024 11:30:00 Nuovo studio sottolinea i rischi legati alla prima infezione

Dengue, pericolose anche le infezioni primarie
La dengue continua a diffondersi nel Sudamerica, spostandosi dal Brasile all’Argentina. Visto il gran numero di connessioni con l’Europa, ora anche in Italia sale l’allarme per una diffusione dell’infezione.
Un nuovo studio peraltro sottolinea il pericolo legato anche alle infezioni primarie. Finora erano state le infezioni secondarie ad essere associate a un quadro clinico più grave, ma ora uno studio collaborativo dell’Icgeb di New Delhi pubblicato su Nature Medicine ha scoperto che un ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale